Rivoluzione Conte, niente difesa a tre: nuovo modulo al Napoli e acquisto pazzesco

Antonio Conte è pronto a rivoluzionare il Napoli, possibile novità per il nuovo modulo da adottare e spunta il primo possibile acquisto.

Il campionato appena terminato ha pienamente sancito il completo fallimento sportivo del Napoli, che da campione d’Italia in carica non solo non ha saputo difendere il titolo conquistato, ma ha addirittura chiuso al decimo posto in Serie A, restando fuori da qualsiasi competizione europea per la prossima stagione, evento che non si verificava da ben 15 anni. Annata da dimenticare in fretta, ma voltare pagina non sarà comunque semplice. Lo sa bene il presidente Aurelio De Laurentiis, che ha così deciso di affidarsi forse all’unico allenatore su piazza in grado di poter dare una decisa sterzata a una squadra in questo momento a pezzi: Antonio Conte.

Il tecnico salentino è davvero a un passo dalla panchina azzurra, tanto che già filtrano i dettagli economici del suo contratto e ci sono i nomi di coloro che faranno parte del suo staff tecnico. Non mancano comunque dubbi su quello che potrebbe essere l’operato di Conte. Su Sportitalia, infatti, il giornalista della Gazzetta dello Sport, Mimmo Cugini, ha sottolineato come l’attuale organico del Napoli mal si sposi con il 3-5-2 dell’allenatore, modulo utilizzato nelle sue precedenti esperienze in panchina, soprattutto alla Juventus e all’Inter.

Notizie Napoli, Antonio Conte pensa al modulo 4-2-4 con Chiesa e Kvaraskhelia sugli esterni

Ebbene, i giornalisti Alfredo Pedullà e Giovanni Albanese, in collegamento con lo studio, hanno risposto rivelando come – stando a quanto filtri – il sistema di gioco che Antonio Conte intende utilizzare al Napoli sia il 4-2-4, modulo particolarmente offensivo e già utilizzato dal tecnico ai tempi del Bari e del Siena, ai primi anni da allenatore.

Notizie Napoli, il modulo che Conte vuole utilizzare
Antonio Conte sempre più vicino alla panchina del Napoli – Lapresse – SpazioNapoli.it

Un modulo che permetterebbe al Napoli di continuare a sfruttare nei rispettivi ruoli calciatori come Kvaratskhelia e Politano sugli esterni, ma anche di sfruttare nel ruolo di seconda punta giocatori del calibro di Raspadori, Lindstrom e lo stesso Ngonge. E non è finita qui. Già, perché sempre nel corso della trasmissione si è parlato di quanto Conte straveda per Federico Chiesa e pensi a un Napoli a trazione decisamente anteriore con Kvara e Chiesa sugli esterni, mentre per la difesa l’obiettivo principale resta Alessandro Buongiorno del Torino. Ovviamente servirà anche tanto lavoro anche da parte degli attaccanti per sostenere – nell’eventualità – una formazione così offensiva. Eppure, è inutile negarlo, l’idea di un Napoli con tanti giocatori di qualità e votati all’attacco affascina e non poco.

Home » Notizie Napoli Calcio » Ultim'ora sul Calcio Napoli, le news » Rivoluzione Conte, niente difesa a tre: nuovo modulo al Napoli e acquisto pazzesco

Impostazioni privacy