Prima offerta del Napoli per Buongiorno: l’alternativa è un vecchio pallino di De Laurentiis

La rivoluzione del Napoli passerà per il restyling della difesa. Diversi profili sul taccuino della dirigenza azzurra ma in pole rimane Buongiorno, il preferito di De Laurentis.

Tra meno di un mese, la rivoluzione tecnica del Napoli avrà inizio e la questione allenatore verrà risolta. L’attuale mister, Francesco Calzona, saluterà gli azzurri, per far posto a uno tra Antonio Conte, Gian Piero Gasperini, Stefano Pioli e Vincenzo Italiano: tutti nomi che hanno dato la loro disponibilità ad accettare l’incarico e che, per motivi diversi, svolterebbero la situazione. C’è ancora da attendere, probabilmente la fine del campionato, e poi sapremo con certezza. Nel frattempo, il presidente Aurelio De Laurentiis studia i prossimi colpi di mercato. La difesa è il reparto che ha deluso maggiormente, soprattutto i centrali, e tranne Amir Rrahmani, tutti sembrano sacrificabili. L’obbiettivo numero uno rimane un pupillo del patron azzurro, Alessandro Buongiorno, per cui è stata presentata un’offerta importante, ma le alternative non mancano. Tra queste, torna di moda un vecchio pallino che ha già giocato in Serie A.

Napoli, presentata mega offerta per Buongiorno, Dragusin prima alternativa

Stando a quanto appreso dall’edizione odierna de Il Corriere dello Sport, il Napoli fa sul serio per Alessandro Buongiorno del Torino. Il presidente De Laurentiis, infatti, ha bussato alla porta granata con una mega offerta da 35 milioni più bonus, per garantirsi le prestazioni del centrale della Nazionale italiana. Sullo sfondo rimane Radu Dragusin, ex Genoa:

La prima scelta resta Alessandro Buongiorno. L’offerta da 35 milioni più 5 di bonus è stata già presentata al Torino, che ha preso tempo e ne aspetta altre dalla Premier, sperando di incassare di più.

Radu Dragusin, a gennaio, preferì il Tottenham e la Premier al Napoli, che al Genoa offriva la stessa cifra degli inglesi. A Londra, però, il difensore romeno non ha trovato lo spazio che pensava di avere. L’allenatore degli Spurs, Postecoglu, l’ha schierato solo 3 volte da titolare per un totale di 8 presenze (334 minuti) in 5 mesi. Il Napoli resta interessato, dovessero prospettarsi le condizioni economiche giuste, ma Dragusin non è la priorità.

Buongiorno è una delle rivelazioni del Torino di quest’anno. Schierato praticamente sempre da Ivan Juric, il classe ’99 ha dimostrato una solidità incredibile, tanto da guadagnarsi la convocazione in Nazionale da Luciano Spalletti, che ora medita di riconfermarlo in vista dell’Europeo. Dragusin, invece, dopo i primi 6 mesi vissuti da protagonista nel Genoa di Alberto Gilardino, lo scorso gennaio ha deciso di trasferirsi a Londra, sponda Tottenham, nonostante il Napoli fosse pronto a scommettere su di lui.

Prima offerta del Napoli per Buongiorno: l'alternativa è un vecchio pallino di De Laurentiis
Da sinistra, Radu Dragusin, Bryan Gil ed Emerson, ANSA, SpazioNapoli.it

Desideroso di cimentarsi in un campionato difficile come quello inglese, non è riuscito ad ambientarsi nel migliore dei modi. L’impatto in Premier è stato a dir poco deludente, e ora, dopo essersi ridimensionato, potrebbe decidere di tornare in Italia, magari all’ombra del Vesuvio, se si creeranno i presupposti.

 

 

 

Home » calciomercato napoli » Prima offerta del Napoli per Buongiorno: l’alternativa è un vecchio pallino di De Laurentiis

Impostazioni privacy