Caso Di Lorenzo, pesantissimo sfogo dell’agente: adesso si valuta la querela!

L’agente di Giovanni Di Lorenzo, Mario Giuffredi, ha parlato dopo il caso aperto dopo un articolo sulla mancata presenza del calciatore contro la Fiorentina.

L’ambiente Napoli è stato scosso da quanto accaduto il giornata e che ha visto coinvolto il capitano azzurro, Giovanni Di Lorenzo. Il terzino ha saltato la gara contro la Fiorentina per un pesante attacco di gastroenterite, ma sull’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno un articolo – a firma del giornalista Vittorio Zambardino – riporta il seguente passaggio:

Di Lorenzo assente all’ultimo minuto per un attacco di gastroenterite. Chissà se è vero, chissà se poi i nervi del capitano non abbiamo ceduto alla pressione di queste settimane di inferno, sempre sperando che non sia un preannuncio di trasferimento.

Intervista a Mario Giuffredi, agente di Giovanni Di Lorenzo

Ciò ha scatenato prima l’ira di Di Lorenzo, che ha commentato l’articolo con un post su Instagram, usando le parole vergogna e squallore, ma poco fa ha rincarato la dose anche il suo agente, Mario Giuffredi, che ha parlato a TV Play. Ecco quanto evidenziato:

Siamo rimasti a bocca aperta dopo aver letto quest’articolo. Non c’è limite alla fantasia di certi personaggi che scrivono queste cose. Sono, però, fantasie cattive, anzi: sono vere e proprie nefandezze inaudite. Mi sta bene che si critiche la prestazione di un calciatore, la sua annata. Ma quando si va a toccare l’uomo e soprattutto quest’uomo è Di Lorenzo, allora bisogna darsi una calmata. Un’enorme calmata. Non si possono toccare le qualità morali di un professionista e di un uomo esemplare. Credo che un giornalista dell’età e dell’esperienza di Zambardino dovrebbe evitare queste enormi figuracce”.

Ci può spiegare cosa è accaduto a Di Lorenzo?

“Dopo il pranzo di ieri, Di Lorenzo ha iniziato ad avere grossi problemi gastrointestinali. Davvero importanti. Il ragazzo non avrebbe mai potuto giocare in quelle condizioni. Era al limite. È rimasto in albergo. Voleva, però, essere accanto ai compagni, andando a vedere la partita in tribuna: non ce l’ha fatta. Poi, la situazione si è aggravata. Sa perché questo signore si deve vergognare di gettare così benzina sul fuoco? Il Napoli, dopo esser tornato in albergo post-partita, ha trovato Di Lorenzo quasi svenuto, al collasso. Pensi che sono stati costretti a prendere una chiave di accesso alla stanza supplementare di Giovanni per entrare . Si deve davvero vergognare uno così che butta benzina sul fuoco in un momento così delicato della storia recente del Napoli. Aggiungo: deve farlo anche chi in questa città segue cose scritte senza alcuna verifica”.

Di Lorenzo assente in Fiorentina-Napoli
Di Lorenzo si scaglia contro Il Corriere del Mezzogiorno (LaPresse) – Spazionapoli.it

Anche Di Lorenzo ha voluto rispondere sui social.

“Come sempre, Di Lorenzo è stato un signore. Io avrei fatto centomila volte peggio nello sfogo. È stato trovato quasi privo di conoscenza e il giorno dopo deve leggere queste cose. Era fortemente amareggiato: finché si vuole criticare il giocatore va bene. È inaccettabile, c’è solo una parola: vergogna. Giovanni è rimasto senza parole: è squallido quanto è accaduto”.

Come sta ora Di Lorenzo?

“Giovanni ha bisogno di qualche giorno, ha perso tantissimi liquidi. È amareggiato perché non si capacita di come non ci sia fine alla follia delle persone. Ci dobbiamo porre la domanda se davvero ci sarà uno stop a questa totale mancanza di professionalità. Stiamo già valutando con i nostri legali l’opportunità di querelare questa persona in un momento nel quale Napoli è una potenziale polveriera. Inventarsi fake news del genere in un momento così è assurdo: stiamo valutando tutto per tutelare l’immagine del capitano del Napoli. Non si possono inventare falsità e cazzate di questa portata. Così si fa il male anche del club”.

Una posizione molto forte quella assunta dall’agente di Giovanni Di Lorenzo, che sicuramente avrà strascichi anche nelle prossime ore.

Home » Notizie Napoli Calcio » Interviste » Caso Di Lorenzo, pesantissimo sfogo dell’agente: adesso si valuta la querela!

Impostazioni privacy