Bilancio Napoli 2020, calano i compensi in CdA per la famiglia De Laurentiis

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A quanto ammontano i proventi della famiglia De Laurentiis? A questa domanda ha voluto rispondere il noto portale Calcio & Finanza, che ha consultato il bilancio della SSC Napoli al 30 giugno 2020.

Da questo studio è emerso che i compensi per gli amministratori del Napoli sono calati per aver chiuso in rosso l’esercizio. Compensi, però, che restano in famiglia, perché la maggior parte gli amministratori del club sono tutti della famiglia di Aurelio De Laurentiis. Fino al 2014, infatti, il Cda del Napoli era formato, oltre che dal patron (che è anche amministratore delegato), da i figli Edoardo (vicepresidente) e Valentina, da sua moglie Jacqueline (vicepresidente) e da Andrea Chiavelli, braccio destro del presidentissimo azzurro e ufficialmente consigliere delegato. Dal 2015 è entrato nel ramo sportivo della famiglia anche il terzo figlio, Luigi, che fino a quel momento si era occupato principalmente della FilmAuro.

Il compenso agli amministratori si è trasformato negli anni in una sorta di di dividendo, che è rimasto alto e stabile a partire dal 2011. Nel bilancio al 30 giugno 2020, i compensi sono stati pari a 1,9 milioni di euro, in calo del 61% rispetto ai 5 milioni ricevuti nel corso della stagione 2018/19.

Complessivamente, i compensi al Cda hanno avuto nell’era De Laurentiis un peso sul fatturato (2,4 miliardi dal 2005 al 2020) pari all’1,3% e un peso sul risultato netto (109,8 milioni dal 2005 al 2020) pari a circa il 30%.

ECCO L’ANALISI IN DETTAGLIO:

Fonte: elaborazione CF su dati SSC Napoli Spa

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI