shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis: "A Napoli si vive di invidia per il nord. A Icardi ho offerto 12 milioni, non credo in un ritorno di Sarri"

De Laurentiis: “A Napoli si vive di invidia per il nord. A Icardi ho offerto 12 milioni, non credo in un ritorno di Sarri”


Aurelio De Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista al “Corriere Dello Sport”. Vi proponiamo le parti più importanti delle sue dichiarazioni.

SULLA CAMPAGNA ABBONAMENTI

“In proporzione il Bari in Serie C farà più abbonati del Napoli in Serie A: non capisco il perché. Il tutto dopo aver ridotto il prezzo degli abbonamenti del San Paolo in alcuni settori addirittura del 40% rispetto a 9 anni fa. Se questo vuol dire essere grandi sostenitori del Napoli, permettetemi di sorridere. Purtroppo io credo che nella città di Napoli si viva di grande invidia per il nord. Dovrei forse comprare il Milan per accontentarli? La mia è una provocazione perché amo Napoli più di ogni altra cosa.”

LLORENTE E MILIK

Il presidente ha ammesso che l’acquisto dell’attaccante spagnolo, presentato ieri in conferenza stampa, è stata un’idea di Ancelotti. il quale ha optato “per un fuoriclasse da far giocare negli ultimi 30 minuti delle partite che eventualmente non si sbloccavano”. Un’alternativa, dunque, a Milik, che, ricorda il presidente, ha segnato 20 gol senza tirare calci di rigore. “Il che vuol dire che, se gli avessimo fatto tirare i rigori, sarebbe forse diventato capocannoniere della Serie A. Non capisco quindi questo gioco al massacro del tifoso che invece di guardare i gioielli che ha in casa propria inneggia sempre all’acquisto “in più.

ICARDI

“Per acquistarlo sono arrivato a offrire all’Inter 60 milioni più bonus, per un totale di 65, mentre a Wanda Nara per il contratto del marito ho proposto un lordo di circa 12 milioni. Icardi non è stupido e forse ha capito che per rilanciarsi a livello europeo andare in una squadra come il Psg, dove potrà primeggiare con più facilità rispetto al Napoli, per lui era la scelta migliore”.

 RINNOVI DI MERTENS E CALLEJON

ADL ha ammesso di essere innamorato per Mertens e Callejon,d efinendo il belga “un gran conoscitore del gioco del calcio” e Callejon “un fedelissimo, uno di famiglia, che è diventato ormai napoletano”. L’augurio del presidente è che entrambi vogliano prolungare il contratto. “Sono a disposizione, sempre senza fare follie.”

KOULIBALY

ADL ha poi rivelato un retroscena interessante sul fuoriclasse della difesa del Napoli: In estate ho rifiutato un’offerta da 100 milioni, ma non chiedetemi da chi perché non ve lo dirò. Ci sono state poi pressioni da Ramadani, che ha portato altre proposte, inferiori però a questa. Mi diverte pensare che la presenza di due giganti come Koulibaly e Manolas registri la nostra difesa”.

SARRI E CONTE

“A Sarri stringerò la mano” – ha rivelato De Laurentiis – “Come ho già detto, il passato è passato e il presente è il presente. Un suo ritorno? Non credo nei ritorni di fiamma: Napoli è una città straordinaria, ma anche molto complessa, che bisogna amare senza limiti”. Al presidente è stato, poi, chiesto anche se avesse mai chiesto ad Antonio Conte di allenare il Napoli, ammettendo di averlo tempestato di domande molto prima di scegliere Ancelotti. Il contratto in essere con il Chelsea non gli permise di liberarsi.

NAPOLI-LIVERPOOL

“Spero che il San Paolo sia il dodicesimo uomo in campo. Dovremo essere arrabbiati e concentrati. Sarà la nostra partita della vita.”

Per tutte le notizie sul calcio Napoli CLICCA QUI