shinystat spazio napoli calcio news Llorente si presenta: "Con Napoli è stato subito amore! Ho aspettato per tre mesi per venire qui, possiamo vincere ma non dobbiamo avere pressione"

Llorente si presenta: “Con Napoli è stato subito amore! Ho aspettato per tre mesi per venire qui, possiamo vincere ma non dobbiamo avere pressione”


La conferenza stampa di presentazione di Fernando Llorente con il Napoli

13.05 – Termina la conferenza stampa di Fernando Llorente. Tanti i temi trattati dal nuovo centravanti del Napoli: dalla scelta di aspettare gli azzurri al numero di maglia, passando per gli obbiettivi da raggiungere e l’amore che subito gli hanno mostrato i tifosi. La redazione di SpazioNapoli vi ringrazia per la cortese attenzione.

ANCELOTTI E PROMESSA AI TIFOSI – Quando ti chiama un allenatore come Ancelotti subito ti convinci. Uno degli allenatori migliori al mondo e non vedo l’ora di lavorare con lui. Vincere? C’è voglia, ma non dobbiamo metterci pressione. La pressione deve averla la Juve. Dobbiamo pensare di partita in partita e non perdere la fede. Passo dopo passo possiamo arrivare al risultato.

LA FINALE AL TOTTENHAM – Prima abbiamo lavorato tanto e poi ci abbiamo creduto perché eravamo una grande squadra. Credo che questo sia quello che deve fare anche il Napoli. È difficile arrivare in finale, ma dobbiamo provarci.

ASSIST DEI COMPAGNI – Mi aspetto tanti cross e tanti assist per aiutare la squadra. Giocare sabato? Sì, sono pronto. Non so se posso giocare 90 minuti, ma cercherò di dare il meglio. Deciderà il mister. Modulo? Non ho preferenze, ho giocato in tanti moduli e schemi, sarò pronto per ciò che mi chiederà il mister.

MILIK E AIUTO ALLA SQUADRA – Aiutare Milik? Io cerco sempre di aiutare, ma sono giocatori forti e faranno una grande stagione.

Se mi dà fastidio l’etichetta di ‘Llorente buono per gli ultimi 20 minuti o solo di testa?‘ Io sono pronto per tutto, ora penso solo ad allenarmi ed essere a disposizione del mister che saprà tirare fuori il meglio.

PRIME DUE PARTITE – Le prime partite sono ancora soggette alla preparazione, un po’ pazze visti i tanti gol. Ma abbiamo giocatori fortissimi in attacco e non credo avremo problemi.

IL CAMPIONATO – Sarà una Serie A fortissima. Tante squadre si sono rinforzate e sarà durissima. Dobbiamo essere forti di testa (mentalità, ndr). Lo spogliatoio? L’ho trovato come una famiglia, i ragazzi sono magnifici. Sono davvero contento di essere in questa squadra, spero di poterli aiutare. Pochi tifosi allo stadio? Dobbiamo convincerli noi con le nostre prestazioni.

QUALITÁ E NUMERO – Speriamo di far vedere a tutti le mie qualità. Per far vedere il mio meglio deve essere in forma. Devo allenarmi tantissimo perché era da tempo che non mi allenavo con la squadra. Il numero 9? È un peso che sono abituato a sopportare. Il numero è quello che più mi piace: l’ho indossato all’Athletic Bilbao e allo Swansea dove ho fatto tanti gol. Sono un centravanti, in passato mi ha portato fortuna e spero possa farlo ancora.

AMORE CON NAPOLI – Sì, con Napoli è stato subito amore. Sono rimasto incantato dalla città e dai tifosi. Sono impressionato dall’affetto della gente.

SU FABIAN RUIZ – Fabian è un giocatore fortissimo, ma deve ancora crescere. Diventerà un campione!

VINCERE – Dobbiamo crederci, sì. Li vedevo da fuori e pensavo che fossero una squadra fortissima. Devo ancora conoscere tanti compagni, ma davvero il Napoli è forte. La differenza con la Juve è proprio questa: loro sono abituati a vincere. Dobbiamo imparare ad esserlo pure noi.

LA SCELTA DEL NAPOLI – Avevo tante offerte, però il Napoli è una società che è cresciuta tantissimo. Speriamo si possa continuare a crescere. Quando ero alla Juve il duello era sempre con il Napoli o con la Roma. Era complicato giocare al San Paolo.

PRIME IMPRESSIONI – Cosa mi ha subito impressionato? Il calore della gente. Subito tutti mi stanno dando affetto, è meraviglioso. Spero di ripagare i tifosi. Il Napoli è in continua crescita, sono felice di essere qui. Non vedo l’ora di iniziare.

GLI SPAGNOLI DEL NAPOLI – Sono giocatori con tantissima esperienza per il Napoli. Mi stanno aiutando ad ambientarmi in città. Scudetto o Champions? Se devo decidere… ho perso due finali e quindi sarei felice di poter vincere la Champions League.

SERIE A – È un campionato cresciuto tantissimo, non vedo l’ora di giocare subito in questa competizione. Battere la Juve? Non è facile, ma al Siviglia li abbiamo battuti. Sono fortissimi, hanno due squadre.

IL DUELLO CON LA JUVE – Ho tanto entusiasmo inizio questa esperienza, così come ho iniziato allora con la Juve. Ora voglio fare il meglio per questa squadra. Di nuovo il Liverpool? Lo ritrovo dopo la finale persa, la seconda per me, una delusione enorme. Però con loro ho sempre fatto bene. Speriamo di farlo anche martedì.

LA SCELTA NAPOLI – Il Napoli è una grandissima squadra, la seconda in Italia negli ultimi anni. Avevo voglia di tornare in Italia e di giocare anche la Champions League, la competizione più importante al mondo. È stata dura aspettare tanti messi, circa 3 dopo la finale di Champions dello scorso anno. Avevo tante opzioni ma alla fine ho scelto di andare in un campionato competitivo come quello italiano, che sta crescendo tantissimo.

L’ARRIVO AL NAPOLI – Devo ancora migliorare fisicamente perché mi sono allenato da solo in questi mesi, ma sono pronto qualora servisse il mio aiuto alla squadra e all’allenatore. Ho qualche anno in più rispetto alla mia prima esperienza italiana, ma l’esperienza in Premier League mi ha aiutato tanto. Non so quanti gol potrò fare, ma darò il meglio per questa maglia e per far contenti i tifosi.

12.37 – Arriva Llorente, inizia la conferenza stampa.

Buongiorno cari lettori di SpazioNapoli e benvenuti alla diretta testuale della presentazione di Fernando Llorente. L’attaccante spagnolo, ultimo acquisto della campagna trasferimenti estiva del Napoli, sarà presentato alla stampa con una conferenza stampa che dovrebbe iniziare alle ore 12.30. La nostra redazione seguirà per voi l’evento aggiornandovi in diretta.

LLORENTE CONFERENZA STAMPA NAPOLI VIDEO

Dal nostro inviato a Castel Volturno: Antonio Manzo.