shinystat spazio napoli calcio news Icardi-Napoli, una concreta possibilità

Icardi-Napoli, una concreta possibilità


Icardi al Napoli non è solo utopia

Napoli calciomercatoMauro Icardi al Napoli è tutt’altro che pura utopia. Negli ultimi giorni le voci che lo accostano agli azzurri sono sempre più rimbombanti. L’argentino guadagna 4,5 mln di euro all’anno e ha un contratto che scadrà il 30/6/2021. L’ultimo rinnovo con l’Inter risale al 2016. Che l’attaccante pretenda un ingaggio maggiore è lecito e se non è giunto ad un accordo con i nerazzurri fino a oggi credo sia difficile farlo ora. 

Mercato Napoli – Le possibili destinazioni di Icardi

Se Icardi non volesse restare in Italia, pochi top club europei potrebbero pensare al suo acquisto. Molti sono già forniti di centravanti di alto rendimento e considerando il carattere e la personalità di Icardi c’è bisogno di una squadra dove l’argentino possa essere il terminale offensivo principale. 

In Serie A, attualmente, solo Juventus e Napoli possono permettersi di fare un acquisto del genere. Il prezzo del cartellino potrebbe aggirarsi intorno ai 55/60 mln, considerando le ultime vicende tra Icardi e l’Inter. Un prezzo alla portata anche per gli azzurri che gli offrirebbero un ingaggio sicuramente maggiorato rispetto a quello che fino ad ora l’attaccante ha percepito. 

Difficile, però, pensare che il Napoli possa prenderlo senza cedere qualche pezzo pesante. L’Inter stessa, con Conte, potrebbe aver bisogno di una “seconda punta” da affiancare ad un “numero 9” puro. Insigne potrebbe essere il calciatore da sacrificare per un movimento del genere e chissà che i nerazzurri non possano farci un pensierino. 

Resta da capire quali sono, in effetti, le intenzioni della Juventus. Potrebbero esserci dietro discorsi tattici – legati per esempio alla posizione di Ronaldo negli schemi di Sarri – o di mercato – riferiti a Higuain – che potrebbero allontanare i bianconeri dall’argentino. 

Insomma, tutto sommato, le possibilità di vedere Icardi indossare la maglia numero 9 – tra l’altro libera – azzurra ci sono, eccome!

GIUSEPPE ANNARUMMA