shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis: "Pavoletti farà le visite nei prossimi giorni, mi piacciono due giocatori del Milan. Milik in campo dal 1 febbraio"

De Laurentiis: “Pavoletti farà le visite nei prossimi giorni, mi piacciono due giocatori del Milan. Milik in campo dal 1 febbraio”


Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport e di Premium Sport. Ecco le sue parole:

DE LAURENTIIS A SKY SPORT

“Regalo per Natale? Manca quello più importante da fare ai tifosi, ma c’è tempo. Pavoletti? Farà le visite nei prossimi giorni. Auguriamoci che sia forte, in forma e che possa essere complementare. Mertens si è dimostrato un vero nueve.

Il Napoli non ha nessun deficit, ma una rosa molto ampia allenata bene. Sarri è un grande tecnico e come tutti i toscani è attento e furbo. Gli allenatori però devono prendere sicurezze e non sempre ne hanno. Non è un problema sua, ma dei tecnici in generale. L’allenatore deve essere una parte forte ed importante della società. Ci sono allenatori che vogliono alcuni calciatori ed altri che invece lasciano fare.

Sarri deve osare di più? Assolutamente no, giochiamo tante gare e dunque ci sono momenti di forma e altri negativi. Tutti preparano le gare perfettamente, per fare di più servirebbe solo un computer.

Momento più bello del 2016 – Sono stati tutti belli, è merito di Sarri. Questa squadra fa diverte e si diverte. A volte nelle gare di altre squadre mi addormento. Fiorentina-Napoli è stata bellissima ho sposato il regista giusto. Ho voluto fortemente Sarri. Cosa non rifarei nel 2016? Non guardo mai al passato, serve solo per i bilanci. I grandi errori, invece, si correggono subito, non dopo.

ADL: “Con il Real la partite delle partite, il San Paolo sarà stracolmo”

Real Madrid? Dopo 30 anni è la partita delle partite, mi diverte vedere come David si confronterà con Golia.  Ci vuole una tenuta psicologica impressionante, poi quando verranno al San Paolo sarà stracolmo e ci sarà un record di presenza. Il pubblico il nostro dodicesimo uomo. Verranno anche i tifosi che vengono ogni 30 anni…

Juventus? A Doha l’abbiamo battuta, così come il Milan. Il nostro 2-2 fu pure più spettacolare. Ieri mi sono divertito, tranne in certi momenti. Il Milan mi è piaciuto, sentiva fortemente la partita. Hanno due, tre giocatori che mi piacciono moltissimo e farebbero anche al caso nostro. Anche l’allenatore sta facendo molto bene, ha ritrovato quel suo primo tipo di gioco.

Il gap con i bianconeri? C’è solo societariamente, hanno storia immensa perchè tale è la storia della sua famiglia. Agnelli è stato il re d’Italia e prima di lui Valletta gli ha creato un impero. La Juventus è una goccia nell’oceano del mondo Fiat-Chrysler-Lancia. Dal punto di vista economico superiore anche a Real Madrid, Barcellona, Bayern, Manchester e Chelsea. Io però così forti non li vedo, la loro forza è nella continuità e nella convinzione di essere la Juventus. Il Napoli ha molti stranieri e pochi italiani, a loro faremo capire cosa significa il Napoli. Mertens? Credo sia uno scugnizzo, forse anche più d’Insigne. Mertens è scugnizzo spensierato, Insigne scugnizzo pensieroso.

ADL: “Non venderò mai il Napoli”

Io non venderò mai il Napoli, se non quando mi sarò stancato del mondo del calcio, ma sono un 25enne in questo mondo e mi diverte tantissimo. Stadio di proprietà? Dobbiamo ringraziare i ministri che si sono avvincendati, mancano leggi vere per costruzioni e investimenti negli stadi. Con Malagò ragioneremo anche per buttare tutto ciò che di vecchio c’è in questo mondo. Il calcio ormai è transazionale. Dobbiamo capire quello che dovrà accadere in Oriente, in America, Africa.

Napoli è una testa di serie del sud. Sapete quanto si può investire e creare qui? Purtroppo esiste solo la politica del non fare, hanno fatto fuori anche Matteo Renzi. Voglio fare gli auguri a tutti gli sportivi, ma soprattutto ai napoletani e i tifosi. Faccio gli auguri a tutti i miei dipendenti, familiari e a Sarri che deve essere contento perchè ha chiuso bene questa prima parte del campionato.

DE LAURENTIIS PREMIUM

“Il Milan è un avversario ostico, ieri ho visto bel calcio. Mi ha ricordato il nostro 2-2 di due anni fa in Supercoppa contro la Juventus. I bianconeri sono e saranno sempre fortissimi. Conte e Allegri sono diversi, ma la Juventus lavora bene e gli acquisti sono sempre mirati. 

Il Napoli con Sarri ha trovato il suo vero regista, sembra quasi lo abbia rubato al mondo del cinema. Ha saputo dare un gioco meraviglioso. Voglio anche vincere, ma abbiamo già vinto qualcosa nonostante la ricchezza e il fatturato degli Agnelli. Stadio? Quando si parla di questi argomenti penso che non esista una legge. L’unica è inapplicabile non serve a nulla.

ADL: “Pavoletti è ormai un giocatore del Napoli. Milik in campo dal 1 febbraio”

Pavoletti? Abbiamo sempre detto di voler mettere a posto l’attacco, farà a giorni le visite mediche. Ha avuto un risentimento al collaterale negli ultimi due mesi e sta recuperando. Sarà arruolabile nei prossimi giorni e l’ufficialità arriverà dal 3 gennaio, ma il suo acquisto è cosa fatta.  Poi rientrerà Milik che già calcia di sinistro e destro. Sono convinto che lo rivedremo in campo dal 1 febbraio, sicuramente ci sarà con il Real Madrid.

Questo Napoli ha la mentalità giusta. La Uefa deve modificare qualcosa, farei maggiore cambi, le rose sono ampie. Real Madrid? Tutto è possibile in queste gare, basta pensare alla Supercoppa di ieri. I tifosi devono sognare in grande”.

 

Preferenze privacy