shinystat spazio napoli calcio news KKN, l'addio di Mesto: "A Napoli anni bellissimi, resterò sempre legato all'azzurro. Il futuro? Ho un grande desiderio..."

KKN, l’addio di Mesto: “A Napoli anni bellissimi, resterò sempre legato all’azzurro. Il futuro? Ho un grande desiderio…”


Il difensore del Napoli Giandomenico Mesto è intervenuto poco fa in diretta a Radio Kiss Kiss Napoli. Parole di addio al Napoli le sue, con il contratto in scadenza tra una settimana e non rinnovato. Un bilancio dei tre anni in azzurro e qualche aneddoto, chiudendo con le prospettive su un futuro ancora in campo, seppur con una maglia diversa. Ecco quanto raccolto ed evidenziato da SpazioNapoli. “La lettera di mio fratello è stata una sorpresa anche per me, ci ha fatto rivivere con poche parole i tre anni stupendi in azzurro. E’ stata un’esperienza di vita indimenticabile, stupenda, intensa che non dimenticherò mai. E’ stato grande il dispiacere quando siamo andati via, sapevamo che non saremmo più tornati da calciatore del Napoli. Sicuramente torneremo da turisti, ormai siamo legatissimi a questa terra”.

IL LEGAME. “Ringrazio mio fratello che sicuramente è più bravo di me con le parole. Non so cosa abbia fatto la differenza ma siamo davvero legati al Napoli. Eravamo persino tristi di andare in vacanza. Il ricordo più bello? Sicuramente Doha. Non ho giocato tantissimo in questi anni ma il bilancio è stato più che positivo. Ad esempio, è stato splendido il messaggio del presidente De Laurentiis quando mi infortunai a ginocchio. Non sono napoletano come Insigne, o come Paolo Cannavaro ma ho dato davvero tutto per questa maglia, come se lo fossi”.

SU REINA. “Reina al Napoli? Pepe è fantastico, è stato brutto vederlo andare via, non conosco le situazioni e le valutazioni interne ma non ce l’aspettavamo. Appena poteva tornava a Napoli, proprio a dimostrazione del suo grande attaccamento a squadra, maglia e città.  E’ bellissimo vederlo ancora in azzurro”.

IL RINNOVO. “Il futuro? Sicuramente il Napoli non ha intenzione di rinnovarmi il contratto altrimenti l’avrebbe già fatto. Io sto benissimo, ho 33 anni ma non li sento. Sono in forma come un ragazzino e giocare con tanti campioni non fa altro che stimolarmi ancora di più. Stiamo cercando situazioni positive per il futuro, mi sto guardando intorno. Posso dare ancora tanto in campo, ho una voglia enorme di giocare”.