shinystat spazio napoli calcio news Benitez ha detto sì, Jorginho ad un passo dall'azzurro

Benitez ha detto sì, Jorginho ad un passo dall’azzurro


Benitez gliel’ha dedicata, domenica pomeriggio. Quel tanto, gli è bastato per apprezzare dal vivo le qualità del giovane Jorginho. La trattativa col Verona per il centrocampista procede spedita e in questa settimana, o al massimo a inizio della prossima, è attesa la fumata bianca e Rafa avrà a disposizione il talento brasiliano. I due club sono vicinissimi, si tratta sui 5,5 milioni per la comproprietà: sarà questa la formula che, salvo colpi di scena, permetterà a Riccardo Bigon di mettere a segno il primo colpo di gennaio. In occasione della trasferta del Napoli a Verona, il dirigente ha incontrato Sogliano, il diesse veronese, col quale si ritroverà presto a Milano nelle prossime ore per sciogliere gli ultimi nodi. La questione, in ogni modo, passerà poi ad un altro tavolo, dove il direttore sportivo napoletano si accomoderà per discutere il contratto con l’agente del giocatore, Joao Santos. La discussione non dovrebbe andare per le lunghe: al giocatore verrà offerto un contratto per 5 stagioni, con ingaggio da definire e legato a bonus. Comunque in Italia c’è anche la Fiorentina interessata a Jorginho mentre all’estero (soluzione meno gradita al giocatore) c’è la Lokomotiv Mosca.

Collocazione tattica. C’è qualche perplessità, tuttavia, sulla posizione che andrebbe ad occupare Jorginho se l’operazione dovesse essere definita. Nel Verona, il giovane brasiliano agisce da metodista, da centrale, nei tre di centrocampo. Ruolo che, ovviamente, non potrebbe ricoprire nel Napoli, considerato il modulo preferito di Benitez, che prevede due incontristi alle spalle della linea d’attacco. Resta da capire se l’allenatore adotterà qualche modifica tattica per esaltarne al massimo le caratteristiche. La questione si proporrà, ovviamente, soltanto nel momento in cui l’ingaggio del giocatore diverrà ufficiale.

Tra M’Vila e Capoue. Di sicuro l’infortunio di Behrami e l’inesperienza di Radosevic, costringeranno il Napoli ad acquistare almeno due centrocampisti. Dopo Jorginho, Bigon intensificherà gli sforzi per ingaggiare il mediano del Rubin Kazan, Yann M’Vila. Il diesse napoletano lo ha chiesto in prestito, ma il club russo chiede cash. In ballo, infine, c’è sempre il centrocampista del Tottenham, Capoue: nelle ultime ore è stata presentata un’offerta ufficiale sui 9 milioni al club inglese.

Difensore cercasi. Il centrocampo resta la priorità, in questo momento, sul fronte mercato, ma Bigon sta sondando il mercato per individuare un difensore. Operazione legata alla cessione di Paolo Cannavaro. Il difensore pare non avere mercato in A (da Inter e Lazio non sono arrivati segnali particolari, nè dalla Sampdoria) e attraverso un intermediario, invece, l’ex capitano del Napoli è stato proposto alla Fluminense, ma non sarebbe nelle sue intenzioni andare in Brasile: preferirebbe restare in Italia.

Difficolta’ Vargas. Nella trattativa tra Napoli e Santos per il prestito del cileno non c’è ancora accordo sulla formula e sulla cifra per il riscatto dell’attaccante. L’imminente Mondiale brasiliano al quale Vargas parteciperà col Cile, potrebbe essere una vetrina importante per rilanciare questo giovane talento che in Italia non ha avuto fortuna. E, dunque, prima di dare una qualsiasi valutazione al suo cartellino, Bigon preferirebbe attendere la prossima estate. Per Vargas, comunque, c’è anche l’interesse del Valencia.

FONTE Gazzetta dello Sport