Home » News Calcio Napoli » Barreto: "Con il Napoli ho una buona tradizione, voglio continuare a segnare"

Barreto: “Con il Napoli ho una buona tradizione, voglio continuare a segnare”

barretoAlessandro Gazzi e Vitor Barreto sono tornati entrambi domenica scorsa a disposizione di mister Ventura dopo la squalifica, disputando subito una gara di grande sostanza contro l’Inter: “In questi mesi per noi è stata dura, una cosa molto brutta – ha esordito il brasiliano -. Ora però è acqua passata e con l’aiuto della squadra voglio ripartire. Certo, è una macchia indelebile, che mi accompagnerà per sempre. Io mi sono sempre proclamato innocente, ma alla fine è successo: ora guardiamo avanti. Il patteggiamento? Ne abbiamo parlato e abbiamo ritenuto fosse la scelta migliore. 

Con il mio ritorno il mister avrà un attaccante in più. La squadra è migliorata ulteriormente dall’anno scorso e sta facendo bene, ma il campionato è lungo e complesso, bisogna pensare partita dopo partita senza fare calcoli e guardando solo a noi stessi. Ora arriva il Napoli, formazione ostica: contro i partenopei ho segnato spesso e mi piacerebbe continuare la tradizione…“.

LEGGI ANCHE:   Calciomercato Napoli, il sostituto di Politano arriva dal Bodø/Glimt

Ha poi preso la parola il centrocampista Gazzi, anche lui interrogato in primis sulle sensazioni che lo hanno accompagnato nel periodo in cui non ha potuto giocare con i compagni: “La squalifica di tre mesi l’ho presa come uno stop sportivo. Ho passato altri periodi molto difficili nella mia carriera, quindi a mente fredda posso dire di averla presa bene. Gillet? Con lui ho un grande rapporto e una stima grandissima in lui, spero la sua vicenda si risolva al meglio. Il patteggiamento? E’ stata una mia decisione, presa insieme al mio avvocato: l’abbiamo ritenuta la scelta migliore.

Domenica quando sono entrato in campo per il riscaldamento un po’ di emozione c’è stata e a me difficilmente succede: però era un’occasione particolare, tornavo finalmente a fare ciò che mi piace, giocare a calcio. Questo nuovo modulo per me è uno stimolo a migliorarmi perchè sono chiamato a ricoprire ruoli nei quali in passato non avevo mai giocato”

Fonte: torinofc