Home » Interviste » Canovi: "Napoli, mercato intelligente. Higuain? E' il top, l'ideale per sostituire Cavani"

Canovi: “Napoli, mercato intelligente. Higuain? E’ il top, l’ideale per sostituire Cavani”

Dario-CanoviFiglio di un mercato saggio. Ecco il Napoli targato Benitez. Classe ’39, avvocato, nato a Trieste ma con papà milanese, Dario Canovi è da tutti considerato il decano dei procuratori sportivi. I protagonisti del mercato azzurro li conosce proprio tutti. Che giudizio dà sulle operazioni di De Laurentiis? «Credo che sia stata una campagna acquisti molto intelligente. Il Napoli ha preso con saggezza i rinforzi giusti». Chi la convince di più? «Higuain è senza dubbio uno dei centravanti più forti: il giocatore più adatto per sostituire Cavani». Reina, Albiol, Mertens, Callejon? «Ottimi elementi. Bisogna dare atto al Napoli di aver operato bene a tutti i livelli». Quanto conta la presenza di Benitez? «Tanto. È indubbio che se un giocatore sa che in quella squadra c’è un allenatore che ha vinto tanto è più invogliato a trasferirsi. È una questione di stimoli e di progetto. È come se ci fosse una garanzia di qualità». Un mercato saggio che porta la sua firma, quindi. «Non solo. Credo che De Laurentiis e Bigon stiano facendo un buon lavoro. Nel calcio l’informazione è tutto. Bigon ed i suoi collaboratori girano tantissimo proprio per avere un quadro della situazione sempre molto aggiornato». Stupito della potenza economica dimostrata dal Napoli in questo mercato? «Sinceramente sarei stato un po’ più cauto nel dire che c’erano 124 milioni da spendere. Credo sia stata un’ingenuità perché in un mercato internazionale dove tutti sono a corto di soldi, dirlo fa alzare i prezzi. Allo stesso modo, però, credo sia stato una bel messaggio ai tifosi del Napoli da parte del presidente». Un salto di qualità nel mercato azzurro atteso da anni. «Il Napoli è una società in crescita costante. I risultati ottenuti, anche grazie a Mazzarri, e l’orgoglio del presidente, hanno reso possibili queste scelte importanti e sagge». Cosa manca alla squadra? «Qualcosa in difesa. Ma non per coprire un ruolo in cui è scoperta, piuttosto per allargare la rosa che deve essere competitiva in campionato, Coppa e Champions League». Davanti meglio Jackson Martinez oppure Alexis Sanchez? «Sono estimatore di Sanchez e scelgo l’ex Udinese per tanti motivi. A Barcellona non gioca molto e conosce perfettamente il campionato italiano». Un acquisto possibile o solo fantamercato? «Possibilissimo. Magari il Barcellona aprisse la trattativa. Sarebbe un gran colpo».

Fonte: Il Mattino