Zuniga, scoppia il caso in ritiro: tutti i possibili scenari

ZunigaE alla fine la grana Zuniga è definitavamente esplosa. Motivo? Tutto nasce durante la presentazione ufficiale della squadra, quando al coro dei tifosi “chi non salta juventino è” il colombiano non ha risposto all’invito dei supporters azzurri e si è chiuso in un “forza Napoli”. Atteggiamento che, a quanto pare, non è passato inosservato, ma anzi, durante l’allenamento di scarico di ieri mattina, i tifosi hanno più volte indirizzato cori contro l’esterno colombiano: “Zuniga vattene alla Juve” e “Zuniga non ti vogliamo” i più ricorrenti, con il giocatore che alla fine si è lasciato sfuggire un gesto di stizza, scagliando violentemente una bottiglietta per terra. Una rottura, quella tra giocatore e piazza, che sembra ormai insanabile e che potrebbe portare De Laurentiis, che aveva dichiarato incedibilissimo il ragazzo, a rivedere i suoi piani: come riporta l’edizione di stamane de La Gazzetta dello Sport, Zuzù vuole la Juve, magari già da questa stagione, allettato da un aumento dell’ingaggio che il Napoli non gli concederà. De Laurentiis potrebbe anche cederlo, ma con una offerta che sia almeno pari a 10 milioni di euro: prezzo ritenuto alto dalla Juventus, che si ferma a 6 milioni e vorrebbe inserire una contropartita a scelta tra Peluso, De Ceglie e Ziegler. Differente se ad essere inserito nella trattativa fosse Matri, che piace tanto per l’attacco; impossibile un inserimento di Vucinic.

Christian Sorrentino

Home » calciomercato napoli » Zuniga, scoppia il caso in ritiro: tutti i possibili scenari

Impostazioni privacy