shinystat spazio napoli calcio news RISTRUTTURAZIONE SAN PAOLO | Domani vertice ADL - De Magistris

San Paolo, domani vertice risolutivo tra De Laurentiis e De Magistris


Ristrutturazione San PaoloRISTRUTTURAZIONE SAN PAOLO | Potrebbe essere arrivata a uno snodo decisivo la vertenza tra il sindaco Luigi de Magistris e il patron del Napoli calcio Aurelio De Laurentiis che stanno duellando sul futuro dello stadio San Paolo. Domani è previsto un vertice tra i due protagonisti. Sul tavolo questioni spinosissime: l’agibilità della struttura di Fuorigrotta in funzione della prossima stagione che comincia tra poco più di un mese; la transazione da diversi milioni, i soldi che deve il Napoli al Comune per il canone di locazione dello stadio; la nuova convenzione per la gestione dello stadio che scade tra un anno. E naturalmente il revamping del San Paolo, costo 100 milioni: chi mette i soldi per avere uno stadio bello ma soprattutto più sicuro e funzionale? Il Comune ha messo sul tavolo una proposta della Astaldi e dice di averla sottoposta al vaglio del presidente. De Laurentiis sostiene di non saperne nulla. Sembra un dialogo tra sordi, nella realtà ognuno sta giocando le sue carte come in una partita a poker. Difficile immaginare di avere un progetto per lo stadio e non parlarne con De Laurentiis che già ha detto no a un nuovo impianto a Ponticelli.

Domani c’è il faccia a faccia che, anche se non risolutivo, potrebbe cominciare a dare alcune risposte e una prospettiva più delineata per il prossimo futuro. La certezza è che de Magistris vuole un nuovo stadio e ha individuato nella ristrutturazione totale del San Paolo la via più breve per ottenerlo. L’unica cosa – quest’ultima – che mette d’accordo tutti e due, primo cittadino e presidente. L’ultimo messaggio inviato dal sindaco a De Laurentiis è stato molto chiaro ed è datato 48 ore fa. “Per il presidente è molto semplice certe volte liquidare le cose con una singola frase. In realtà ci sono percorsi amministrativi, burocratici che non si possono non tenere presenti. E poi la situazione è complessa, quanti soldi ci sono sul piatto?”. Come dire caro Aurelio hai dichiarato pubblicamente che sei pronto a tirare fuori i fondi per rifare il San Paolo ma io ancora non li ho visti.

Fonte: Il Mattino