shinystat spazio napoli calcio news La profezia del Mancio: "E' l'anno buono per il Napoli"

La profezia del Mancio: “E’ l’anno buono per il Napoli”


roberto_manciniHa discusso di fede, soprattutto, portando la sua testimonianza al Gran Gala del Cuore, l’evento organizzato dal giornalista Paolo Brosio e dal presidente del Rotary Club di Capri, Antonino Boccia. Ma prima di lasciare il palco, Roberto Mancini ha rilasciato una dichiarazione spontanea, alle decine di imprenditori napoletani presenti alla manifestazione. “Io spero che quest’anno possa vincerlo il Napoli lo scudetto. Ci sono tutte le potenzialità perché il vostro sogno si avveri” ha detto l’ex manager del Manchester City, travolto dall’applauso della platea.

Rivelazione Una confessione che ha poco di ecclesiastico, ma che gli ha permesso di rivelare la sua simpatia per il club di Aurelio De Laurentiis: d’altra parte, la signora Federica, sua moglie, è napoletana, e da queste parti Mancini ci viene spesso, è di casa. Sull’isola azzurra, l’allenatore è arrivato insieme con Sinisa Mihajlovic, il commissario tecnico della Serbia, anche lui all’evento per portare la sua testimonianza di fede. I due, che sono stati compagni di squadra nella Lazio, hanno entrambi commentato positivamente l’ingaggio di Dries Mertens, l’esterno sinistro belga del Psv Eindhoven, che sabato ha sostenuto le visite mediche, ma l’operazione non è stata ancora ufficializzata per questioni economiche che, tuttavia, non dovrebbero inficiare il buon esito dell’operazione. “L’ho affrontato due volte con la Serbia e mi ha impressionato molto per la sua rapidità nei movimenti che gli permette di essere imprevedibile. Sono certo che sarà un valore aggiunto per Benitez” ha osservato Mihajlovic. D’accordo Roberto Mancini. “Il trasferimento a Napoli è un salto di qualità per Mertens – ha spiegato –. Potenzialmente, l’attacco napoletano sarà tra i più forti del campionato, soprattutto se Cavani dovesse restare. Con lui, Hamsik, Mertens, Pandev e Insigne, Benitez avrà solo l’imbarazzo della scelta. Mertens è perfetto per il tridente che andrà a schierare l’allenatore, è rapido e sa anche segnare. Benitez? La scelta fatta da De Laurentiis è stata la migliore”.

Fonte: La Gazzetta dello Sport