shinystat spazio napoli calcio news Cheerleaders Napoli, l'avventura di Federica: "Ho l'azzurro nel cuore"

Napoli Cheerleaders, l’avventura di Federica: “Al provino per trasmettere l’amore per questi colori”


napoli cheerleadersSono iniziate stamattina al Teatro Tam di Napoli le prime preselezioni per formare il gruppo delle prossime cheerleaders della squadra partenopea, progetto ideato direttamente dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e portato avanti con tempestività da tutto lo staff sotto l’ombra del Vesuvio. Il provino era aperto al pubblico e vi potevano partecipare ragazze dai 18 ai 23 anni munite di documento d’identità. Unici requisiti l’amore per la danza, simpatia e la tipica “faccia tosta” partenopea. Presenti per visionare le future atlete le allenatrici della Cheerleaders Italia Graziella Porro e Stefania Curto, coadiuvate dall’addetto stampa del Napoli Guido Baldari davanti a numerosissime telecamere presenti. Le ragazze sono state divise in gruppo ed hanno improvvisato una simpatica coreografia con gli accessori di scena, oltre che ad alcuni minuti di ballo improvvisato. Tra le aspiranti cheerleaders c’era anche Federica Moscariello, una spigliata ed allegra tifosa del Napoli che, pur non avendo un passato da ballerina professionista ma amante di tutto ciò che è movimento, si è messa in gioco per questa singolare esperienza legata alla sua squadra del cuore.

E’ proprio lei che ci racconta le emozioni vissute da queste ragazze nella prima giornata di selezioni, con qualche aneddoto divertente: “Appena saputo delle selezioni ho pensato di parteciparvi -ha dichiarato in esclusiva a SpazioNapoli- non perché sia una ballerina professionista anzi, ma mi è sempre piaciuta la musica ed il ritmo ed ho voluto provare questa esperienza. Erano presenti svariate ragazze ed alcune di loro erano delle vere ginnaste, infatti si sono esibite individualmente. Noi dalle caratteristiche più comuni invece, abbiamo improvvisato due balletti sotto gli obiettivi di tantissime telecamere e gli occhi attenti delle allenatrici e di Guido Baldari. Inizialmente c’è stato un attimo di imbarazzo e poi ci siamo sciolte. In particolar modo io ho parlato tanto con la giuria, dicendo poi che solitamente vado a cavallo e non improvviso spaccate! Nonostante ciò è stata un’avventura molto divertente e ci tenevo a dimostrare il mio amore per il Napoli. Se sono stata presa? Non so, alla fine ci hanno congedato con il solito ‘Vi faremo sapere’, chissà”. Sperando che Federica diventi presto una Napoli Cheerleader, le auguriamo le migliori fortune e che possa avere davanti a sé un futuro roseo così come quello dei giocatori partenopei.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte Foto Cuomo sscnapoli.it