shinystat spazio napoli calcio news Da Zaza a Gonzalo Bueno: quanti giovani in orbita Napoli!

Da Zaza a Gonzalo Bueno: quanti giovani in orbita Napoli!


zazasimoneascoliOrmai rientra nella filosofia del club assicurarsi giovani talenti da abbinare a calciatori già affermati. Le scommesse che tanto piacciono a De Laurentiis; quelle che in caso di successo permettono di avere ricambi importanti al momento giusto, nonchè favoriscono plusvalenze importanti in bilancio. “I campioni vogliamo costruirceli in casa” ama ripetere il presidente del Napoli, indicando ad esempio la crescita di Marek Hamsik. Da quest’anno, l’attenzione verso i giovani di valore e la loro caccia a livello nazionale ed internazionale è cresciuta ulteriormente. Due le ragioni: a) l’arrivo di un allenatore che non si fa tanti scrupoli se deve lanciare in orbita un baby che mostra di avere talento puro; b) il varo della Youth League, il torneo internazionale riservato alle giovanili dei club che partecipano alla Champions League, per cui occorrerà allestire una Primavera all’altezza.  Il settore scouting formato da De Laurentiis ha già monitorato i migliori giovani in giro per il mondo. E la lista sarebbe stata già sottoposta all’attenzione di Benitez. A fine mese, le scelte. Tenendo conto delle richieste dei club e senza mai partecipare ad aste. Per Fernando del Gremio, ad esempio, centrocampista su cui il Napoli aveva una prelazione ottenuta all’atto del prestito di Vargas, c’è stata una retromarcia davanti all’offerta di circa 11 milioni di euro da parte dello Shakhtar Donetsk. E con Fernando, alla squadra ucraina potrebbe passare anche un altro giovane finito sotto la lente d’ingrandimento degli osservatori partenopei: Wellington Nem, classe ’92, una seconda punta, abile nel saltare l’avversario, già nel giro della nazionale verdeoro maggiore. Il Napoli è alla finestra. Se nessuno si fa avanti con un’offerta importante per il gioiello del Fluminense, i collaboratori di De Laurentiis sono pronti ad entrare in azione.

IDEA ZAZA  – Ma è sul mercato italiano che si registrano le mosse più determinate da parte del club partenopeo. Dopo aver perso Icardi, soffiato dall’Inter che ha promesso un ingaggio maggiore, con la Sampdoria, il Napoli ha in piedi un altro discorso. Riguarda l’attaccante di Metaponto, Simone Zaza, classe ’91, che tanto bene si è comportato nell’Ascoli  quest’anno. Zaza è in comproprietà tra la società marchigiana e la Sampdoria ed ci sarà chiarezza sul futuro del bomber, il Napoli tornerà alla carica. De Laurentiis vorrebbe rilevarlo e girarlo in prestito ad una neo promossa in serie A. Il giocatore viene accostato a Torres ed Osvaldo per caratteristiche tecniche e guarda caso a due degli obiettivi di mercato degli azzurri.

SGUARDO ALL’EST – Milic  e Brozovic, ecco alcuni dei giovani che il Napoli ha individuato in Croazia. Il primo ha diciannove . anni, gioca nell’Hajduk, è un difensore molto prestante e di grandi prospettive. Milic  avrebbe potuto trasferirsi a Castel Volturno già a gennaio, insieme a Radosevic, ma il Napoli preferì soprassedere. Ora i tempi sono maturi perchè il giovane difensore si trasferisca in Italia e vada a rinforzare la Primavera azzurra in attesa del grande salto. Brozovic, invece, appartiene alla Dinamo Zagabria. E’ un trequartista che fa parte dell’Under 21 croata, classe ’92, già 6 presenze in Champions League. C’è anche un portiere greco di 20 anni, Stefanos Kapino  el Panathinaikos che interessa parecchio.

IN SUDAMERICA – Oltre al brasiliano Wellington Nem, tanti sono i sudamericani finiti sul taccuino del Napoli. Per ora restano top secret anche per non scatenare aste. Ma a Montevideo giurano che c’è un ragazzo pronto ad entrare in orbita Napoli: Gonzalo Bueno, seconda punta, classe ’93, doppia nazionalità, un tipo che somiglia a Lavezzi e che Recoba ha segnalato già all’Inter tempo fa. Ma la famiglia del ragazzo spinge per Napoli che dopo l’esplosione di Cavani è diventato molto popolare in Uruguay.

Fonte: Il Corriere dello Sport