shinystat spazio napoli calcio news CONFERENZA MAZZARRI INTER | "Napoli? Avevo già deciso dall'inizio"

Walter Mazzarri: “Avevo deciso di lasciare Napoli ad inizio stagione. Tradimento? Non accetto che DeLa parli così”


Mazzarri e Maggio continuano a scalare posizioni nel libro dei record azzurriCONFERENZA MAZZARRI INTER | Walter Mazzarri si presenta. E’ terminata da poco la conferenza stampa di presentazione all’Inter dell’ex tecnico del Napoli che la prossima stagione siederà sulla panchina della Beneamata. E, tra i tanti passaggi, il mister di San Vincenzo ha anche parlato della fine dell’avventura azzurra, non senza lanciare qualche frecciatina ad Aurelio De Laurentiis, che aveva definito Mazzarri “una moglie infedele, sedotta e traditrice”. E sulla fine della suo ciclo al Napoli WM, come è già stato ribatezzato in casa Inter, ha subito voluto fare chiarezza: Abbandonare Napoli è stata una decisione maturata all’inizio dell’ultimo anno, quando andai in ritiro e rifiutai l’allungamento del contratto perchè già avevo pensato di lasciare Napoli per una mancanza di stimoli. Da quel momento in poi, solo dopo aver chiuso con il Napoli, ho deciso di approdare all’Inter: tant’è vero che potevo restare fermo, ma ci sono state tante proposte. E dell’Inter mi è piaciuto tutto: mi sono sentito pronto, carico e ho accettato la sfida”.

“Sono stati quattro anni bellissimi – prosegue Mazzarri incalzato dai giornalisti -. In un matrimonio ci può essere un inizio e una fine, ma non vorrei mai sentire detta la parola tradimento: questo non l’accetto, perchè credo di aver fatto bene sia nei confronti del presidente che verso la città. Basta polemiche, pensiamo al futuro”.

Quanto ai collaboratori che Mazzarri porterà con sè per affiancarlo nel suo lavoro: “Ci sarà Giuseppe Santoro, che mi darà una grossa mano a 360 gradi. Ho portato con me Pondrelli, preparatore atletico che è con me da Bologna e i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti per i pochi infortuni. Con me in panchina ci saranno anche Frustalupi e Vigiani che mi aiuteranno in campo; il preparatore dei portieri Nunzio Papale, con me da Acireale. Poi ho altre persone esterne, come Coccina, Claudio Nitti, che non mi aiuteranno sul campo ma lavoreranno esternamente. Con Branca e Ausilio stiamo poi valutando altre persone, perchè lo staff è molto importante.

E sulle voci che vorrebbero Zuniga e Behrami, tra gli altri, nel mirino di Mazzarri, il tecnico ha spiegato: “Ringrazio tutti i ragazzi perchè mi hanno permesso di arrivare dove sono arrivato. Vi dico anche che, dopo averli salutati, ho detto che non li avrei chiamati più, al massimo sarebbero stati loro a farlo qualora avessero voluto proprio per rispetto del Napoli e del nuovo allenatore. Se ci fosse qualche giocatore del Napoli che potrebbe far comodo all’Inter non lo direi certamente in pubblico, ma ne parlerei con Branca ed Ausilio. Se poi loro riuscissero ad accontentarmi, meglio così”.