Avvocato Malagnini: "Sono fiducioso per la mia difesa, l'accusa si contraddice troppo"

Avvocato Malagnini:

L'Avvocato del capitano del Napoli Paolo Cannavaro Ruggiero Malagnini, è intervenuto a Radio Marte nel programma Marte Sport Live per chiarire la situazione del suo assistito nel processo di Napoli sulla tentata combine proposta dall'ex portiere partenopeo Matteo Gianello. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli: "Sono fiducioso perchè credo nella difesa che ho sostenuto ma è il Giudice terzo che valuta tutto e deve prendere la decisione finale. Anche Palazzi è stato incoerente poichè il punto di penalizzazione è piuttosto atipico soprattutto rispetto a quanto detto precedentemente. Dal punto di vista tecnico, la giurisprudenza costante prevede infatti 3-2 punti, un punto è come non darlo e non ha senso, è un'invenzione. Inoltre, manca Fabio Quagliarella per la gara del 15 maggio 2010: c'era un bonus di cinquantamila euro nel caso l'attaccante avesse segnato e lo conferma il poliziotto con il quale ha parlato Gianello, maggiore testimone della cosa come ha dichiarato Palazzi. L'ex portiere poi, al termine del match avrebbe anche deriso l'attuale attaccante della Juventus, dicendogli che con questo comportamento aveva perso sia i soldi dell'eventuale combine che quelli della rete poi non realizzata. Il giocatore nonostante ciò, non è stato mai convocato e non c'è stato riscontro nonostante il suo coinvolgimento sia palese. Rispetto gli atti che ha, il procuratore Federale non poteva giungere a queste conclusioni ed infatti, ieri gli ho detto che secondo me possiede atti che non ci sono stati divulgati. Ci sono troppe contraddizioni, Gianello cambia repentinamente versione dei fatti e non credo proprio sia da considerare attendibile".

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram