Home » News Calcio Napoli » Mauro Suma (direttore Milan Channel): “Napoli favorito dagli arbitri”

Mauro Suma (direttore Milan Channel): “Napoli favorito dagli arbitri”

Sei reti in due settimane. Sono quelle messe a segno da Edinson Cavani, Hugo Campagnaro, Christian Maggio e Marek Hamsik contro Milan ed Inter.

Due vittorie nette degli azzurri, anche se diverse: contro i nerazzurri, i ragazzi di Walter Mazzarri nel primo tempo sono stati oggettivamente avvantaggiati da un paio di sviste clamorose dell’arbitro Rocchi. Nella seconda frazione, però, hanno fatto scomparire l’Inter legittimando e arrotondando il risultato. La precedente partita contro il Milan invece non ha avuto storia e non ha lasciato particolari strascichi polemici (almeno si credeva): i rossoneri al San Paolo sono durati solo per i 10 minuti iniziali (in cui hanno trovato anche il goal) e poi sono stati letteralmente investiti dal Napoli.

LEGGI ANCHE:   Diego JR sogna il Napoli: ruolo in azzurro per lui? Le sue parole

Mauro Suma, direttore di Milan Channel, non è affatto in sintonia con questa analisi: “ Il Napoli deve ringraziare solo Tagliavento e Rocchi se ha battuto le milanesi. Il Napoli ha vinto sul Milan con merito, ma solo dopo i tanti errori arbitrali su Cassano. Contro l’Inter ha ragione a lamentarsi Ranieri, Rocchi ha innervosito l’Inter e consegnato la vittoria nelle mani del Napoli. Mi da molto fastidio il comportamento di Mazzarri: deve smetterla di lamentarsi e riconoscere i meriti degli altri quando vincono. L’unica cosa, da milanista, che invidio al Napoli è il basso numero d’infortunati”.

Le dichiarazioni di Suma ci lasciano davvero interdetti: come puoi pretendere che l’ambiente partenopeo non si lamenti se poi quelli rossonero e nerazzurro fanno lo stesso? Il direttore di Milan Channel sostiene inoltre che il Napoli è fortunato perchè nella squadra azzurra c’è una scarsa incidenza di infortuni: non è colpa di Mazzarri o di Aurelio De Laurentiis se il Milan, tranne pochissime eccezioni, compra solo dei “parametro 0” dai 30 anni in su ed ha un’età media di 48 anni!

LEGGI ANCHE:   FOTO - "Forza Ischia!" Lo splendido messaggio della Curva A dopo la tragedia

Non c’è niente da fare: appena qualcuno s’azzarda a toccare il monopolio delle squadre “strisciate” (che sia il Napoli, la Fiorentina o l’Udinese) succede sempre un quarantotto! Il giocattolo appartiene a loro e non vogliono dividerlo con nessun altro.

 

Marco Soffitto