Conte-Napoli, l’accordo con De Laurentiis era stato trovato: perché è saltato tutto

Retroscena clamoroso riguardo Antonio Conte e il Napoli. L’accordo era stato stato trovato: tutti i dettagli.

La stagione del Napoli è stata fino a questo momento molto travagliata. Gli azzurri, poi, non sembrano dare segnali troppo positivi in vista del futuro e i tifosi stanno sperando che questo incubo volga al termine al più presto.

Con l’arrivo di Francesco Calzona in panchina, sono addirittura tre gli allenatori del Napoli in questa stagione. Il primo è stato Rudi Garcìa che è stato cacciato dopo dodici partite di Serie A e ha lasciato la squadra al quarto posto e in una condizione fisica pietosa. Dopo è arrivato Walter Mazzarri che non è riuscito assolutamente a svoltare la stagione e per questo motivo è stato allontanato a un giorno dalla sfida contro il Barcellona. Adesso è arrivato proprio Calzona che ha iniziato con due pareggi, di cui uno amarissimo contro il Cagliari.

In passato, però, si è parlato di un possibile arrivo a Napoli di Antonio Conte per sostituire Rudi Garcìa. A tal proposito emerge un retroscena clamoroso.

Conte-Napoli, perchè è saltato tutto

Il nome di Antonio Conte ha fatto sognare per qualche settimana i tifosi del Napoli. Dopo diversi colloqui con De Laurentiis, però si è arrivato ad un nulla di fatto.

Ora, secondo quanto riportato da Calciomercato.it, emergono nuovi retroscena in merito al possibile arrivo del tecnico salentino all’ombra del Vesuvio.

Conte Napoli
Conte-Napoli, accordo trovato, ma una clausola sul mercato ha fatto saltare tutto (LaPresse) – SpazioNapoli.it

L’accordo tra Antonio Conte e Aurelio De Laurentiis era stato trovato. Il tecnico sarebbe arrivato a Napoli nel corso di questa stagione con un contratto fino a fine stagione più un eventuale rinnovo di tre anni. Nei tre anni successivi, Conte avrebbe guadagnato ben 28 milioni di euro. Sembrava tutto pronto per essere messo nero su bianco, ma qualcosa è andato storto.

Aurelio De Laurentiis avrebbe imposto una clausola sul rinnovo a determinate condizioni. Il rinnovo sarebbe scattato solo in caso di condivisione tra dirigenza e allenatore degli obiettivi di mercato. Conte ha fatto muro e ha chiesto che il rinnovo arrivasse automaticamente a fine stagione anche in mancanza di condivisione sulle scelte di mercato.

Da qui è nata una fase di stallo che poi ha portato Walter Mazzarri sulla panchina del Napoli. Questa è una delle sliding doors della stagione azzurra che si avvia inesorabilmente verso una conclusione molto negativa e che resterà una delle più difficili dell’era De Laurentiis.

Home » Ultim'ora sul Calcio Napoli, le news » Conte-Napoli, l’accordo con De Laurentiis era stato trovato: perché è saltato tutto

Impostazioni privacy