Stadio e nuovo centro sportivo, De Laurentiis ha già i progetti: investimento da oltre 150 milioni

Dopo le dichiarazioni “forti” di De Laurentiis nel pre Real Madrid – Napoli, il patron degli azzurri ha iniziato a muoversi per lo stadio.

Un duro attacco quello di Aurelio De Laurentiis al Comune di Napoli per la questione stadio. Il patron, incantato dalla struttura di Florentino Perez, il poetico Santiago Bernabeu, è esploso ai microfoni di Prime Video, alludendo alla poca disponibilità al dialogo del sindaco Manfredi in merito alle tematiche riguardanti l’impianto di Fuorigrotta.

Accuse pesanti, che hanno provocato la reazione della giunta comunale, che attraverso vari dei suoi esponenti ha risposto per le righe al leader della FilmAuro.

Repubblica, stadio Maradona, qualcosa si muove?

Nonostante ciò, almeno stando a quanto riportato da La Repubblica, qualcosa avrebbe iniziato a muoversi in merito a tale argomento. De Laurentiis ha infatti fretta, consapevole dell’impatto economico che avrebbe una struttura di proprietà, una fretta amplificata dalla necessità di rendere inoltre il Maradona idoneo ad ospitare gli europei del 2032.

Resterebbero da limare tanti dettagli, ma soprattutto ci sarebbe la necessità di venirsi in contro. La società ha dimostrato che numeri alla mano, anno dello scudetto a parte, la media delle presenze al Maradona oscilla tra le 30 e 40.000 a partita, motivo per cui, avrebbe comunicato al Comune che una riduzione dei posti a sedere permetterebbere di evitare “sprechi”. Allo stesso tempo, De Laurentiis è consapevole di dover valutare non solo la strada dell’acquisto, ma anche della concessione.

Il patron dei campioni d’Italia, che già in passato nella gestione De Magistris aveva presentato un progetto dell’architetto Zavanella, ideatore dell’Allianz Stadium di Torino, vorrebbe concretizzare questa idea, per un progetto che tra stadio e centro sportivo (anch’esso ritenuto ormai obsoleto), costerebbe alla società ben 150 milioni. Gaetano Manfredi, sindaco di Napoli, ha però ribadito come il Maradona faccia parte del patrimonio indisponibile, per questa motivazione avrebbe proposto la soluzione della concessione a lungo termine, per un periodo di almeno 50 anni, la stessa strada adottata per vari stadi d’Italia, come la Dacia Arena di Udine.

Gelo tra De Laurentiis e Manfredi, rischio per il Maradona
Manfredi e De Laurentiis, dialoghi riaperti? – (ANSA) – spazionapoli.it

Insomma, sono varie le opzioni al vaglio, ciò che appare certo, almeno per il momento, è che nonostante le frizioni degli ultimi giorni, l’interesse comune di rivalorizzare un impianto storico come il Maradona, possa far sì che i dialoghi riprendano, mettendosi alle spalle polemiche e incomprensioni.

Home » Ultime sul Calcio Napoli, le news » Stadio e nuovo centro sportivo, De Laurentiis ha già i progetti: investimento da oltre 150 milioni

Impostazioni privacy