Home » calciomercato napoli » “Il Napoli voleva comprarlo”: l’agente del portiere sorprende tutti in diretta

“Il Napoli voleva comprarlo”: l’agente del portiere sorprende tutti in diretta

Sta per terminare la sosta per le Nazionali ed è tempo di tornare a pensare al campionato con gli azzurri che ospiteranno sabato alle ore 15:00 al Diego Armando Maradona il Torino di Juric, nel match valido per l’ottava giornata di campionato.

La squadra di Spalletti viene da un momento di forma strepitoso, ed uno dei giocatori che più sta impressionando, oltre ai soliti Kvaratskhelia, Lobotka, Kim, c’è un incredibile Meret, che a suon di prestazioni positive sta smentendo tutti i suoi critici.

Il portiere ex Spal sembrava ad un passo dalla partenza in estate, ma le difficoltà per arrivare a Navas lo hanno fatto rimanere all’ombra del Vesuvio.

Ivan Provedel Lazio mercato Napoli

Giuntoli, però, nel corso dell’estate, pare non aver cercato solo Navas per difendere i pali del Napoli, ma anche l’attuale portiere della Lazio Ivan Provedel.

LEGGI ANCHE:   Brilla al Mondiale, è tra le idee di Giuntoli: possibile colpo dal Marocco

A rivelarlo è stato l’agente Gianni Rava a Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete, queste le sue parole:

“Provedel? Che dovesse partite come secondo alla Lazio non era detto. È arrivato 4 o 5 giorni prima dell’inizio del campionato. Come ho sempre detto abbiamo messo in testa il progetto tecnico. Era un desiderio dell’allenatore averlo. La Nazionale è un premio per lui, la convocazione ci sta tutta.

Le voci sul Napoli? C’è stato un approccio dei partenopei, ma noi avevamo dato la nostra parola alla Lazio, ma soprattutto a Sarri. È stata una trattativa molto lunga e complicata, quindi era logico chiudere con i biancocelesti. Siamo sempre stati convinti che il massimo per noi fosse andare alla corte di Sarri.

Il Napoli ci ha provato, ma c’erano i discorsi riguardanti Meret e Navas. Parlavo l’altra sera con Provedel e gli dicevo che ero contento perché l’Italia è ben rappresentata in porta. Se non dai fiducia ai ragazzi e non gli dai possibilità di fare esperienza, diventa difficile. Donnarumma, Vicario, Provedel e Meret sono portieri che non tutte le nazioni possono vantare”