Niente Napoli o Italia, dove potrebbe investire Amazon nel calcio

Nel corso della trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli, è intervenuto il giornalista del Il Sole 24 ore Marco Bellinazzo, il quale ha commentato la situazione economica del club azzurro e in generale del calcio italiano: “Il Napoli ha sempre vissuto su un certo equilibrio fra entrare e uscite. Le entrate dipendevano dalla qualificazione in Champions e dalle plusvalenze ma sono venute entrambe meno, l’una a causa del Covid che ha ridotto il mercato e l’altra per la sciagurata partita col Verona. Per questo si vuole una riduzione del monte ingaggi del 20/30%.

Il marchio del Napoli è stato rivalutato grazie ad una possibilità usufruita dal club, il DL Agosto, che permette di rivalutare a bilancio le immobilizzazioni immateriali. Questo è previsto in generale come agevolazione per aiutare tutte le società, non solo calcistiche. Permette grazie a dei benefici fiscali di rivedere il valore del marchio, il quale rappresenta tutti i flussi di mercato previsti da questo quindi il merchandising e quant’altro. Si è elevato e rappresenta un bene patrimoniale, hanno usufruito di questa possibilità anche Udinese e Inter.

Foto: Getty- Jeff Bezos

Investitori stranieri? È l’evoluzione dello sport business, fa parte dell’entrainment, grandi colossi stanno investendo nel calcio. C’è la prospettiva che lo sport business continui la sua crescita dopo la crisi pandemica. Perciò molti imprenditori americani che se ne sono interessati, soprattutto alla Serie A perché oltre ad essere prestigiosa ha margini di crescita che gli consentono di investire”.

AMAZON POTREBBE INVESTIRE NEL CALCIO IN PREMIER LEAGUE

Il giornalista ha anche rilasciato delle considerazioni sui rumors, non ancora confermati, che parlano di un interessamento del proprietario di Amazon Jeff Bezos nel rilevare la società azzurra: “Ho letto di questi rumors, allettanti come suggestioni. È un’operazione molto suggestiva di cui non ci sono i riscontri nei mercati finanziari. Non si esclude però che Amazon possa acquistare un club in Europa ma credo più in Premier League vista la sua potenza di fuoco”.