shinystat spazio napoli calcio news Gigi Simoni ci lascia a 81 anni: allenò il Napoli due volte

Lutto nel mondo del calcio: addio a Gigi Simoni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gigi Simoni è scomparso a 81 anni. Lutto tremendo nel mondo del calcio. L’ex allenatore del Napoli, tra le altre, se n’è andato all’età di 81 anni. In azzurro aveva allenato due volte, nel ’96-’97 e nel 2003-04, e giocato nel 61-62.

La sua esperienza più significativa sicuramente resta quella sulla panchina dell’Inter, con il controverso episodio Iuliano-Ronaldo contro la Juventus. Non solo: in nerazzurro alzò una Coppa Uefa nello stesso anno, il 1998. Con il Napoli, invece, vinse una finale di Coppa Italia da giocatore e da allenatore non ebbe la possibilità invece di giocarsela. Fu esonerato prima, fece infuriare Ferlaino.

GIGI SIMONI, IL RICORDO DELL’EX ALLENATORE AZZURRO

Già un anno fa era stato ricoverato per un malore: un ictus, si scoprirà più tardi. L’Italia piange un allenatore gentiluomo, Napoli invece un uomo che era rimasto attaccato alla realtà della città e della squadra. In un’intervista ai nostri microfoni, a pochi giorni da Natale del 2016, ci disse: “Io ho avuto la gioia di giocare nel Napoli e poi di allenarlo per due anni. Sono affezionatissimo alla città, alla gente e alla squadra. L’esperienza a Napoli è stata una fonte di vittorie, quand’ero calciatore vincemmo la Coppa Italia e arrivammo in Serie A da primi in campionato. Il primo anno come allenatore andò molto bene. È stato un periodo bellissimo”.

gigi simoni

Da calciatore veniva chiamato il Sivori dei poveri, ma giocava divinamente. Il soprannome fece sorridere il presidente del Napoli Achille Lauro, che volle incontrarlo: “Io ho vissuto quell’anno da giocatore che ero militare, feci una grande Coppa Italia, mi chiamavano il ‘Sivori dei poveri’. Quelle partite di Coppa vincendo a Roma e a Torino mi permisero di andare da Lauro, il Comandante, che mi volle conoscere per le mie prestazioni. Stava prendendo il sole in costume, fu una cosa particolare, la ricordo con piacere. Volermi incontrare era una manifestazione di stima da parte sua nei miei confronti“.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy