shinystat spazio napoli calcio news Gattuso: "Con Allan tutto bene, avevo detto che non portavo rancore. Non sono condizionato dal Barcellona, scelgo l'Europa League"

Gattuso: “Con Allan tutto bene, avevo detto che non portavo rancore. Non sono condizionato dal Barcellona, scelgo l’Europa League”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

14.46 – Termina qui la conferenza stampa.

14.31 – Inizia la conferenza stampa: “La condizione della squadra è molto buona, abbiamo lavorato bene. Lozano non è al 100%, con Allan tutto a posto, avevo detto che non portavo rancore. Si è allenato bene. Milik sta meglio. Per pensare a martedì c’è tempo. Scenderà in campo la squadra che sta al 100%, pensiamo alla partita, se andiamo a vedere l’andamento abbiamo perso venti punti con le piccole. Ci sarà da battagliare, troviamo un ambiente che ci vuole mettere in difficoltà. Ghoulam? Sta lavorando, sta dando continuità, è stato fermo tantissimo tempo, spero di vederlo come l’ho visto nelle ultime due settimane.

Allan? Vi piace parlare solo di lui, è finita là, Allan è un giocatore come gli altri. Non mi dava massimo impegno, ci siamo parlati e ci siamo guardati negli occhi, ora bisogna far parlare il campo. In questi giorni ho visto un grande professionista che si è messo a disposizione. Devo pensare a domani, non posso pensare al Barcellona. L’ammutinamento è successo il 5 novembre, noi dobbiamo giocare le partite, abbiamo un altro obiettivo in questo momento, fare i professionisti. Ma non è che oggi ci svegliamo e oggi pensiamo all’ammutinamento.

Da giocatore soffrivo quando giocavo dopo la diretta rivale e le partite non si sbloccavano, ma non ho mai pensato alle partite da fare dopo tre giorni. L’unica cosa che mi dava fastidio era giocare dopo la squadra con cui ci giocavamo qualcosa da vincere. Europa League o passaggio del turno? Europa League tutta la vita! Preferisco giocare sempre in casa, ora vedo che abbiamo fatto sempre fatica ma è una questione di testa. In casa fatichiamo ad annusare il pericolo, giochiamo troppo in campo aperto.

Koulibaly? Bisogna ascoltare le sue sensazioni, ha ancora edema. Inutile che lo mettiamo ogni 4-5 giorni in campo per poi tenerlo altrettanti giorni fermo. Abbiamo preferito fermarlo per dieci giorni e dopo valutarlo. Sarà una partita simile a quella di Cagliari, è una squadra che tante volte lascia due-tre giocatori in avanti, bisogna stare attenti a palleggiare in maniera buona e non peccare di presunzione.

Stiamo preparando questa partita da tre giorni, al Barcellona non ci siamo arrivati. Da sabato pensiamo e parliamo del Barcellona, dopo aver analizzato la partita con il Brescia. Dobbiamo parlare di Balotelli e Lopez, non di Messi. Elmas esterno? Non me lo invento io là, in nazionale gioca lì. Se parlate con il ragazzo, gli piace più giocare da esterno che da mezzala, anche se può diventare una grande mezzala. Politano deve migliorare nella fase difensiva. Portiere? Faccio delle scelte, non vado né a simpatia né ad antipatia, mi potete dire che non sono aziendalista, mi piacerebbe esserlo, ma in questo momento voglio giocatori che mi danno affidamento e al posto giusto. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Questo bicchiere non lo vedo proprio.

Buon pomeriggio amici di SpazioNapoli.it e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Rino Gattuso. Alla vigilia di Brescia-Napoli, l’imperativo contro i lombardi è vincere senza pensare al Barcellona.

Per la gara di martedì, ci sarà tempo. A breve Gennaro Gattuso farà il suo ingresso in sala stampa: l’inizio della conferenza è previsto per le 14.30. I calciatori, intanto, stanno concludendo l’allenamento mattutino.

Dal nostro inviato a Castel Volturno, Pasquale Giacometti

Preferenze privacy