shinystat spazio napoli calcio news La SSC Napoli blocca la cessione di Hamsik, ma lo slovacco vuole partire: incontro in vista con ADL?

La SSC Napoli blocca la cessione di Hamsik, ma lo slovacco vuole partire: incontro in vista con ADL?


AGGIORNAMENTO – Altri aggiornamenti, stavolta rilasciati da Giovanni Scotto, collega de ‘Il Roma’, sulla situazione Hamsik: il calciatore, secondo Scotto, resta determinato a partire, a maggior ragione dopo aver salutato tutti i suoi compagni. L’entourage dello slovacco parlerà con De Laurentiis, per capire cosa è successo e se ci sono i margini per riaprire una trattativa che, per il Napoli, sembrerebbe assolutamente chiusa.

AGGIORNAMENTO – Anche la Gazzetta dello Sport conferma quanto riportato in precedenza da Sky: il Dalian avrebbe voluto avrebbe anche dilazionare il pagamento. L’altra soluzione sarebbe stata quella del prestito con riscatto, soluzione scartata dal Napoli.

AGGIORNAMENTOGianluca Di Marzio sul suo portale ha dato ulteriori aggiornamenti sul mancato trasferimento di Hamsik al Dalian: “Le ultime indiscrezioni portavano alla soluzione di un versamento in un’unica soluzione e non più di prestito con obbligo di riscatto. Una questione su cui, però, sono sorti problemi evidenti. Non sono infatti arrivate le garanzie sufficienti. In Cina il mercato chiude il 28 febbraio, ma il Napoli non si sente tutelato”.

I colleghi di Sky Sport, poi, hanno ulteriormente chiarito il motivo del mancato accordo tra Napoli e il club cinese: la cifra pattuita pare che fosse di 20 milioni, non di 18 più bonus. Il Napoli ha posto come unica condizione il pagamento in una unica soluzione o garanzie su pagamenti in più tranche. Garanzie che, come sottolineato dallo stesso club, non sono arrivate.


Clamoroso quanto appena comunicato dal Napoli sul proprio profilo Twitter: il club ha deciso di soprassedere alla cessione di Marek Hamsik ai cinesi del Dalian Yifang per mancato rispetto degli accordi economici precedentemente raggiunti con il club stesso.

Sembrava tutto fatto ma al momento l’affare è difatti bloccato e probabilmente salta, nonostante il mercato cinese chiuda il prossimo 28 febbraio.