shinystat spazio napoli calcio news Dimaro, day 13: terminata la sessione pomeridiana. Spazio al 'basket' e alla partitella: 4-0, Ounas tra i marcatori. Lavorano a parte Rui e Jorginho

Dimaro, day 13: terminata la sessione pomeridiana. Spazio al ‘basket’ e alla partitella: 4-0, Ounas tra i marcatori. Lavorano a parte Rui e Jorginho


19.00 – Concludiamo qui la nostra diretta testuale, appuntamento a domani: ore 9.30, sempre qui, sempre su Spazionapoli.it

18.58 – È praticamente terminato l’allenamento degli azzurri: tra gli applausi, escono Hamsik, Insigne e mister Sarri.

18.54 – Nessun saluto per Reina. Come in mattinata, faccia un po’ tirata. Staremo a vedere…

18.51 – Finalmente in campo anche Mario Rui. Scatti sul posto e qualche tocco con il preparatore: particolare attenzione al ginocchio dell’ex calciatore della Roma. Ma i primi segnali sono incoraggianti…

18.45 – Milik ultimo baluardo, con Ounas. I due giocatori sono rimasti per calciare qualche rigore: per il polacco tutti dentro, ma il nuovo acquisto non è stato da meno.

18.43 – Curioso siparietto: Reina, Callejon e Sepe si sono trattenuti per la classica sfida di abilità: vince chi colpisce prima la traversa. Risultato finale: nessuno ci è riuscito. Ma tante risate qui a Dimaro…

18.41 – Termina qui la seduta per attaccanti e centrocampisti: ora stretching e un po’ di palestra. Il secondo gruppo, nel mentre, continua a lavorare sulla posizione su calcio d’angolo: Sarri mattatore assoluto con il suo carisma!

18.32 – Parola d’ordine: liberare. Due attaccanti e difesa schierata, da ambo i lati: arrivano cross e occorre smanacciare o sventare eventuali insidie avversarie. Molto più maniacale, quest’anno, il lavoro su palla inattiva.

18.22 – Lavoro in palestra anche per il partente Zapata, oltre a Leandrinho e al nuovo arrivato Mario Rui. Gli unici, con Jorginho, a lavorare lontano dal gruppo.

18.19 – Fuori, subito. Jorginho abbandona il campo di Carciato mentre i suoi compagni sono ancora intenti a provare i calci piazzati. Il giocatore italobrasiliano ha difatti svolto normale attività in palestra, chiaramente a parte rispetto al gruppo.

18.16 – Si provano i piazzati, qui a Dimaro. Punizioni dirette e indirette, dalla fascia o centrali: Sarri testa una delle tante soluzioni offensive che gli azzurri conservano nella faretra. Da segnalare una bella risposta di Sepe su tentativo da posizione centrale di Mertens.

18.13 – AREK! Ancora Milik, stavolta a Reina che ha rilevato con Sepe sia Contini che Rafael. Come Insigne: imbucata centrale ed estremo difensore spiazzato. Non sbaglia da lì, non può.

18.12 – Aggiornamento sulla partitella: 3-0 per i neri. A segno, Ounas, Insigne e Milik.

18.06 – INSIGNE! Finalmente un gol, e arriva da chi te l’aspetti. Eccolo, Lorenzo Insigne: classica imbucata centrale e portiere spiazzato con un colpo secco sul primo palo. Neri avanti!

17.59 – Super parata di Rafael su Lorenzo Insigne. Il ventiquattro azzurro s’era ben destreggiato dalla sinistra, convergendo verso il centro per poi concludere sul primo palo: risposta del portiere brasiliano da top della classe.

17.55 – Partitella, ecco il via. Verdi contro neri, campo ridotto pressoché a metà e urla di Sarri per condire. Nel mentre, Rafael e Contini tra i pali, con Reina e Sepe che lavorano a parte alle dipendenze di Nista.

17.49 – Scambi continui di posizione e di gioco. Il Napoli corre e si diverte. Risposta del pubblico? Molto positiva. L’innovazione piace. Sarri osserva i suoi ragazzi dalla panchina, scrutando principalmente la partita di ‘calcetto’: solo tocchi di prima, e niente scherzi.

17.46 – Regala spettacolo, il Napoli. E lo regala soprattutto il suo capitano: è Marek Hamsik, neanche a dirlo, il migliore nell’esercizio ‘baskettaro’.

17.40 – Drone attivo, squadre al lavoro. Sarri ha diviso il gruppo in due parti: il primo lavora con il pallone, in una partita a ranghi ridotti con porte piccole e strette. Il secondo, invece, si cimenta in un esercizio che racchiude pallavolo, basket e calcio. Ossia: tocca far canestro, palleggiando, ma con la testa!

Una sessione diversa, insolita, quella che si apre alle 17.35 del 17 luglio. Squadra schierata a centrocampo, ma con due grandi canestri ai loro lati.

Insomma, tanto divertimento anche per i tifosi: in attesa che si faccia sul serio, un Napoli diverso può solo far sorridere.

Vittorio Perrone, Cristiano Corbo, Antonio Manzo e Luca Forte

 

Preferenze privacy