shinystat spazio napoli calcio news Uno in Goal Spazio Napoli / Carcarino: "Pavoletti perfetto per Sarri. Ecco chi temo del Torino"

Uno in Goal Spazio Napoli / Carcarino: “Pavoletti perfetto per Sarri. Ecco chi temo del Torino”


Ai microfoni di Radio Antenna Uno, nel corso della trasmissione “Uno in Goal Spazio Napoli”,  condotta da Andrea Gagliotti e Francesco Vassura, è intervenuto Massimo Carcarino. allenatore e match analyst, che si è dilungato su quella che secondo lui può essere la chiave tattica per contrastare il Torino. Questa la sua analisi:

“PAVOLETTI PERFETTO PER IL GIOCO AZZURRO”

carcarino

Pavoletti? Perfetto per questo sistema di gioco, bisogna valutare il suo impatto emotivo. Con tutto il rispetto ma indossare la maglia del Napoli non è come indossare quella di Sassuolo e Genoa. Cambio in attacco? In partite dove gli spazi sono stretti e i “piccoletti” non bastano puoi trovare qualche soluzione in più. Dries Mertens? In generale con l’arrivo di Milik era già cambiato il modo di attaccare. Con Higuain si giocava molto sull’ampiezza con Ghoulam e Insigne. Ora si gioca più per vie centrali, poi con l’infortunio di Milik si è continuati così. Negli ultimi venti metri è cambiato qualcosa, sono rimaste uguali solo le sovrapposizioni degli esterni”.

“ATTENZIONE A LJAJIC E BASELLI”

Formazione contro il Torino? Giocherà ancora Mertens, credo sia la sua partita. Quella di Mihajlovic è una squadra molto offensiva, il Napoli proverà a colpire Rossettini-Castan. Non credo che il Torino verrà qui a chiudersi, le sue caratteristiche sono diverse. Benassi e Baselli sono portati ad avanzare molto. Belotti? Proprio a Torino è migliorato molto, a Palermo non lo ricordavo così. Oltre Belotti credo che il vero pericolo sia Ljajic. Parte da sinistra ma si sposta molto. Assenza di Koulibaly? L’unico che può sostituirlo è Maksimovic, forte fisicamente e rapido. Chiriches viene utilizzato più per far partire l’azione da dietro, una copia di Albiol. A centrocampo credo giocherà Diawara per limitare le incursioni di Baselli. Il valore di Hamsik? Ho un debole per lui da quando arrivò. Un calciatore totale, ambidestro, segna e rifinisce. Poi soprattutto quest’anno sta mettendo molta personalità in campo, qualcosa che gli contestavamo in passato. Se un centrocampista arriva a 105 goal non serve dire altro“.

Preferenze privacy