Home » News Calcio Napoli » Uno in Goal SN - Carducci, Voce Giallorossa: "La Roma è una squadra democratica, vi spiego quale è la sua debolezza. E sulle tifoserie..."

Uno in Goal SN – Carducci, Voce Giallorossa: “La Roma è una squadra democratica, vi spiego quale è la sua debolezza. E sulle tifoserie…”

Ai microfoni di Radio Antenna 1 durante la trasmissione “Uno in Goal Spazio Napoli” è intervenuto il direttore di Voce Giallorossa Alessandro Carducci. Tema centrale delle sue parole ovviamente la prossima partita di Serie A che vedrà impegnata la Roma al San Paolo contro il Napoli e il tentativo di riavvicinamento delle due tifoserie che sembra si stia avviando in questi ultimi mesi:

Napoli-Roma sarà molto difficile per i giallorossi, la Roma troverà un ambiente caldo e sarà fuori casa. La mancanza di Milik? Spalletti ha avuto ragione a essere prudente anche se Milik rappresenta una grave perdita. Attenzione però Gabbiadini sarebbe titolare ovunque ma ovviamente bisognerà vedere il suo impatto. La Roma ha un difetto: concede troppo in difesa, è democratica concede a tutti anche contro il Crotone nonostante la vittoria. Nainggolan in ritardo? Ci è mancato, quest’anno ha faticato a ingranare ma credo sia lui l’unico dubbio in formazione per il resto il 4-2-3-1 sarà lo schema utilizzato. Il belga ha ripreso da poco ad allenarsi ma non sottovalutate Florenzi che oramai ha imparato a giocare in ogni ruolo.

callejon

Mi intriga il duello Salah/Ghoulam sulla fascia sinistra poi c’è Dzeko che sembra carico certo poi contro Koulibaly sarà un duello molto interessante ma credo che il gioco sulla fascia sarà il più determinante, così per il Napoli sarà importante a destra il duello Callejon/Jesus. Totti a 40 anni? A volte ci abituiamo, vediamo Totti giocare a Roma da più di venti anni ma poi dimentichiamo che nella classe 1976 ci sono persone come Shevchenko e Ronaldo che hanno smesso mentre lui continua a calcare i campi a indicare che è fisicamente integro, ha la cura del corpo di un professionista e l’entusiasmo di un ragazzino. Riavvicinamento tra i tifosi? Temo che nell’immediato futuro sia difficilmente praticabile ma spero di sì, anche perché sono molto simili come città, una affinità diversa rispetto ad altre città d’Italia“.