shinystat spazio napoli calcio news Miccoli sicuro: "Il Napoli ha in rosa uno dei difensori più forti del futuro!"

Miccoli sicuro: “Il Napoli ha in rosa uno dei difensori più forti del futuro!”


Ospite ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, durante la trasmissione radiofonica Radio Goal, è stato Fabrizio Miccoli, ex calciatore. Durante l’intervista ha approfittato per parlare della stagione del Napoli e di un giovane azzurro che conosce molto bene. Ecco un estratto proposto da Spazio Napoli:

Giocare a Napoli? Mi sarebbe piaciuto tanto, per uno come me che ama Maradona indossare quella maglia sarebbe motivo di grande orgoglio. Higuain ha disputato una stagione grandiosa e questo è dipeso da tante cose: in primis dai compagni, che infatti ha ringraziato al termine della stagione, che gli hanno permesso di fare quello che ha fatto; ma una menzione speciale va a Sarri, secondo me; infine la piazza di Napoli è stata fenomenale, l’ha sempre fatto sentire importante e l’ha sempre aspettato, anche dopo quel fatidico rigore sbagliato lo scorso anno in Coppa America. Insomma è stato un insieme di tante cose che hanno fatto sì che lui potesse superare un record che durava da tanti anni. 

Sebastiano Luperto è certamente uno dei talenti che più si è messo in mostra in questo 2015. Il difensore classe'96 nativo di Lecce si è infatti subito imposto come baloardo intoccabile della retroguardia di Saurini. Fisico già strutturato, forte di testa, ma anche abile nello smistare il pallone dalle retrovie senza buttarlo via. Con la Primavera ha collezionato 16 presenze da gennaio a maggio (12 in campionato e 4 al Torneo di Viareggio). Nella stagione corrente le gare disputate nel Campionato Primavera sono 6 (corredate da una rete su rigore contro la Ternana). Luperto, oltre a varie convocazioni in prima squadra, ha avuto anche la soddisfazione di esordire in Serie A contro il Milan (lo scorso 3 maggio), e in Europa League contro il Legia Varsavia (in questa stagione). Probabile che a gennaio vada a fare esperienza in prestito visto che lo spazio agli ordini di Sarri è decisamente ridotto, e i campionati giovanili gli stanno nettamente stretti. Il difensore leccese, con i giusti miglioramenti e con un po' di esperienza in più, potrà certamente imporsi tra qualche anno e rientrare nel giro della prima squadra.

Sebastiano Luperto

Luperto lo conosco bene e secondo me diventerà uno dei centrali difensivi più forti d’Italia perché ha la mentalità giusta: ha fame di arrivare al successo e ha tutte le possibilità per fare bene e per sfondare. Gli auguro una brillante stagione con Sarri”.

L’intervista poi prosegue con alcune considerazioni sulla Nazionale di Antonio Conte, ormai pronta ad affrontare gli Europei sempre più imminenti: “L’Italia? Tante volte siamo partiti sfavoriti e poi abbiamo fatto bene. Secondo me possiamo dire la nostra anche quest’anno: conoscendo Conte poi, sicuramente avrà motivato e dato la giusta mentalità ai ragazzi. Sono convinto che ce la metteranno tutta, anche se senza dubbio non è facile. La mia esperienza in Nazionale? Avrei potuto fare qualcosina in più, ma ormai è passato. Certo, un piccolo rammarico rimane lo stesso. Ma c’è da dire che quando c’ero io, c’erano anche calciatori di valore assoluto: Del Piero, Vieri, Totti… era un po’ più difficile di adesso”.