shinystat spazio napoli calcio news CdS - "C'è un mostro che si aggira negli stadi italiani"

CdS – “C’è un mostro che si aggira negli stadi italiani”


Ventinove gol in stagione, ventisette in campionato, due in Europa League, sette doppiette, quindici marcature in casa, dodici quelle in trasferta: what else (?) si chiederebbe un basito George Clooney davanti ai numeri spaventosi del miglior Gonzalo Higuain mai visto prima d’ora. Già, perché la versione di questa stagione del Pipita è quella più brillante, più spendente: lo si legge nei numeri, che confermano ciò che si vede in campo, con quegli occhi della tigre che lo hanno abbandonato nell’atto del rigore fallito contro la Lazio la scorsa stagione, per far posto a quello rabbioso, indemoniato, voglioso di rivalsa.

Ci è riuscito, eccome se ci è riuscito, a riprendersi i titoli delle prime pagine, a togliersi le sberle dalla faccia. L’edizione odierna del Corriere dello Sport sottolinea come il numero di marcature stagionali del centravanti di Brest abbia eguagliato quelle che mise a referto con la maglia del Real Madrid nella stagione 2009/10, la migliore fino a questo momento. Davanti al cammino di Gonzalo Higuain, adesso, ci sono nove finali per coronare al meglio il finale di campionato fin qui esaltante a dir poco. Presente, sempre. Decisivo, praticamente ad ogni allacciata di scarpetta. L’Higuain furioso si specchia nell’esultanza dopo il rigore di Palermo.

higuain chievo napoli

Nel macrocosmo della esaltante stagione del Napoli, vissuta a cento e più chilometri orari per giornata, ci sono dei microcosmi che ci raccontano delle clamorose stagioni che stanno disputando ognuno dei protagonisti azzurri, da Hamsik a Jorginho, da Koulibaly a Ghoulam, da Hysaj ad Albiol ed Insigne senza dimenticare Callejon e gli altri: tuttavia, gli occhi brillano, ed è inevitabile così, quando alla vista appare il nove. Bello, fiero, maestoso nel suo incedere in campo, regale palla al piede, clamorosamente sentenza nell’area di rigore. Bistrattato forse troppo presto, la rivincita del Pipita è stata servita fredda. E c’è da giurare che non si ancora finita qui: Higuain l’ha promesso. Il mostro si aggira negli stadi italiani: occhio, fa paura!