shinystat spazio napoli calcio news La Curva B ed il ricordo di Pasquale D'Angelo, una bellissima iniziativa per l'anniversario della scomparsa

La Curva B ed il ricordo di Pasquale D’Angelo, una bellissima iniziativa per l’anniversario della scomparsa


Una tragedia avvenuta un anno fa, in occasione della gara a Mosca di Europa League del Napoli al cospetto della Dinamo Mosca. Mentre era in trasferta come sempre a seguire la sua più grande passione, quella per gli azzurri, venne a mancare Pasquale D’Angelo, storico ultras della Curva B e tra i punti di riferimento della tifoseria organizzata partenopea. Un infarto lo ha strappato alla vita ed ai suoi amici, lì per trascinare gli azzurri alla vittoria.

Una notizia che sconvolse tutti e che lasciò un immenso vuoto proprio nella sua Curva, nel suo “San Paolo” che lo ha visto protagonista sugli spalti di tante avventure e partite. Ad un anno dalla sua scomparsa, i tifosi della Curva B hanno deciso di organizzare un incontro in sua memoria, con gli amici, i supporter partenopei e tutti coloro che lo hanno apprezzato e voluto bene. Appuntamento il 21 marzo nella sua natia Acerra, allo Stadio Comunale, per un momento di grande commozione e legame.

sanpaolocurva

Ecco quanto scritto e divulgato dagli ultras della B: “E’ già passato un anno da quella terribile serata di Mosca, niente è come prima, da allora ogni nostra emozione è forzata, ogni birra bevuta è male inghiottita, ogni coro cantato risulta stonato. A pensarci bene tu non avresti voluto così, la tua eterna voglia di guardare avanti, di godere dell’amicizia e di tutto il mondo che ci circonda ci racconta altro. Ma è dura per chi ti è stato vicino mantener viva la tua memoria storica, che è stata bussola di direzione per i tuoi figli di Partenope della vecchia e nuova generazione. E’ dura non ritrovare quel tuo sorriso, quel sorriso che faceva meno amare le sconfitte e più emozionanti le vittorie, quel sorriso era saggezza di vita ed andava oltre la partita e che ora portiamo stampato su una bandiera in tutti i campi d’Europa, quel sorriso che avevi anche quella notte che ci hai lasciato, che ci diceva di essere e non apparire, quel sorriso che nel nostro cuore non potrà mai morire. Il giorno 21 marzo alle ore 16 i suoi amici condivideranno il ricordo nella sua Acerra (Stadio Comunale) con tutte le persone che gli hanno voluto bene”.

Delle parole davvero stupende che scaldano il cuore, che rendono il calcio un momento di vera aggregazione ed una famiglia allargata, anche oltre i confini della vita e del destino.