shinystat spazio napoli calcio news San Paolo, ora si fa sul serio. Via la pista d'atletica, lavori più costosi: ADL potrebbe aver trovato degli sponsor

San Paolo, ora si fa sul serio. Via la pista d’atletica, lavori più costosi: ADL potrebbe aver trovato degli sponsor


Sono giorni decisivi per il futuro dello stadio San Paolo. A breve, probabilmente la settimana prossima, Aurelio De Laurentiis presenterà al Comune il progetto di ristrutturazione dell’impianto di Fuorigrotta. Lavori che verranno finanziati totalmente dal Napoli, e che daranno a squadra e tifosi un palcoscenico finalmente importante sul quale esibirsi.

VIA LA PISTA – Non è dato sapere ancora con precisione cosa frulla nella testa di De Laurentiis. Da ambienti vicini a Palazzo San Giacomo però, filtrano due indiscrezioni importanti: la prima è che il presidente potrebbe aver deciso di eliminare la pista d’atletica; la seconda è l’impegno dello stesso De Laurentiis a costruirne un’altra in una zona diversa, per salvaguardare l’attività dei tanti sportivi che ne usufruiscono attualmente. Un’ipotesi che inizialmente veniva scartata, per motivi esclusivamente economici: prolungare le tribune fino a bordo campo costa molto più dei 30 milioni di budget previsti. Di qui l’idea che, con ogni probabilità, De Laurentiis abbia trovato degli sponsor disposti ad accollarsi parzialmente il prezzo della riqualificazione. Ancora pochi giorni, e se ne saprà di più.

IL RESTO DEI LAVORI – Non solo gli spalti comunque. Anzi, ci sono aspetti che devono avere la precedenza. Come i bagni ad esempio: fatiscenti e in molti casi inutilizzabili quelli attuali (in alcune zone dello stadio sono stati installati quelli chimici), devono essere assolutamente rifatti da zero. C’è l’idea poi di dotare il San Paolo di due grandi maxi schermi, accantonata in passato e surrogata dai due tabelloni luminosi installati al posto di quelli precedenti. Verrà ripristinato il parcheggio sottostante la tribuna, creato per Italia ’90 e mai utilizzato. Da lì potrebbero entrare anche i bus delle squadre, data la pericolosità del varco d’accesso attuale, situato tra la curva B e i distinti. I sediolini verranno cambiati totalmente ed adeguati alle normative Uefa. Quanto tempo occorrerà per terminare tutti questi lavori? Difficile dirlo. Di certo, bisognerà fare in fretta. Anche perchè il Napoli, nel frattempo, continuerà ovviamente a giocare a Fuorigrotta.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano