Home » News Calcio Napoli » Benitez in conferenza stampa: "Siamo tutti arrabbiati, ci è mancata precisione. Stagione? I conti alla fine"

Benitez in conferenza stampa: “Siamo tutti arrabbiati, ci è mancata precisione. Stagione? I conti alla fine”

Rafa Benitez trasmette tutta la sua frustrazione nelle poche ma sofferte parole rilasciate nella conferenza stampa del post partita del San Paolo, da cui il Napoli è uscito sconfitto ancora una volta, salutando definitivamente la Tim Cup e lasciando alla Lazio la possibilità di giocare per il trofeo nella finale contro la Juventus. Ecco le dichiarazioni del tecnico spagnolo.

SUL MOMENTO NEGATIVO – “Siamo tutti arrabbiati, in primis il presidente. Meritavamo di più, ma ora dobbiamo pensare alla Fiorentina per proseguire al meglio”.

SULLA PRESTAZIONE – “Abbiamo sciupato sette palle gol stasera, contro la Roma otto, invece contro l’Atalanta abbiamo subito un solo tiro in porta. Possiamo fare sicuramente di più e non sono felice, ma posso dire solamente che lavoreremo duro per tornare al gol perchè creiamo molto. La Lazio ha segnato nel finale, noi dopo abbiamo avuto l’occasione di Insigne”.

SULLA CONDIZIONE E SULLA FORMAZIONE – “La squadra sta bene fisicamente, ci manca soltanto precisione nei passaggi e davanti alla porta. Insigne poteva giocare di più, ma al 78′ eravamo qualificati ed avevamo avuto già sei palle gol. Strinic è rimasto fuori perché volevo dare continuità alla linea difensiva”.

SULLA STAGIONE –  “I conti si fanno alla fine. Vogliamo vincere tutte le partite che rimangono”.

SULLA ROSA – “La rosa quest’anno è più equilibrata e forte di quella della stagione scorsa in cui abbiamo fatto benissimo col record di punti in campionato. Siamo arrivati in semifinale di Coppa Italia e ai quarti in Europa League: ora ci manca un po’ di fiducia e di carattere, pensiamo alle 9 gare di campionato e alle due almeno in Europa”.

SULLA LAZIO – “Conoscevamo il loro modo di attaccare ed un paio di occasioni alla Lazio si possono concedere. Noi abbiamo controllato bene, ma alla fine abbiamo commesso un errore; dovevamo fare meglio in fase realizzativa”.