Gigi D’Alessio: “Vorrei che la morte di Ciro fosse un pesce d’aprile. Dobbiamo portare i nostri figli allo stadio”

Il cantante napoletano Gigi D’Alessio ha rilasciato alcune dichiarazioni ai margini della presentazione del libro Ciro Vive che si è tenuta allo stadio Olimpico. Ecco le sue parole:

Vorrei che la morte di Ciro Esposito fosse solamente un pesce d’aprile, ma è la realtà. La signora Leardi ha fatto fare una bellissima figura a tutti noi napoletani: siamo considerati cattive persone da tanti, ma non è così. Vive in un quartiere colmo di sofferenza, il suo comportamento non si può descrivere.

Ero all’Olimpico quando seppi del fatto, tornai a casa e non vidi la partita. Ciro ha dato la sua vita cambiare le tifoserie, per fare in modo che il domani sia diverso. Nel calcio siamo rivali solo per 90 minuti: è uno sport spettacolare e dobbiamo portare i nostri figli agli stadi, proprio come i nostri genitori facevano con noi”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI