Home » News Calcio Napoli » Vincere aiuta a vincere, partita dopo partita l’imperativo di Benitez per una stagione vincente

Vincere aiuta a vincere, partita dopo partita l’imperativo di Benitez per una stagione vincente

La serata di grande calcio concessa dagli azzurri a Trebisonda ha ridimensionato la batosta di Palermo a semplice battuta d’arresto. Un piccolo intoppo in una marcia, quella percorsa dagli azzurri dagli sgoccioli del dicembre scorso in poi, che ha delineato a chiare lettere i lineamenti di una stagione ai vertici.

Imperativo – Vincere aiuta a vincere, vero e proprio assioma inconfutabile, ed è questa la linea tracciata dal tecnico azzurro nella sua intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Il nostro credo resta lo stesso: pensiamo partita dopo partita, la prossima gara è sempre la più importante. Il risultato di Trebisonda però ci dà ottimismo per il futuro in Europa, abbiamo messo un buon mattoncino per l’accesso agli ottavi ma ci aspetta un tour de force importante da gestire al meglio”. I quattro goal al Trabzonspor garantiscono benzina nelle gambe e rinvigoriscono lo spirito in vista di un tour de force che non accenna di certo a smussare la propria cadenza inesorabile, Sassuolo, Trabzonspor, Torino, Lazio e Inter, tutti scogli da superare al meglio per arrivare nel vivo della stagione a testa altissima, pronti, ancora una volta, a giocarsi il tutto per tutto.

LEGGI ANCHE:   Del Genio: "Addio Mertens? Dobbiamo saperlo entro questa data!"

Fiducia – Questo il nodo cruciale, tenere alto morale e stato di forma, sempre fedeli ad un’idea di calcio che in un anno e mezzo ha regalato due trofei, respiro internazionale ed una crescita che è innegabile. Una fiducia nei propri mezzi sempre crescente, nella consapevolezza che nessuna sfida può essere affrontata senza il massimo della carica agonistica e della concentrazione. Squadra corta, compatta, che fa dell’intensità il suo credo, questo il vademecum per affrontare e battere i neroverdi lunedì al San Paolo, alla ricerca dell’ennesimo mattoncino per una stagione ancora in costruzione.

Edoardo Brancaccio