shinystat spazio napoli calcio news I DATI - Analisi tecnica e statistica del Cagliari, la squadra di Zeman tra punti di forza e poche debolezze

I DATI – Analisi tecnica e statistica del Cagliari, la squadra di Zeman tra punti di forza e poche debolezze


Domenica pomeriggio alle 15 al “San Paolo” si affronteranno Napoli e Cagliari. Il clima tra i due team è molto sereno anche se sono bastate le dichiarazioni dell’istrionesco Zdeněk Zeman a scaldare quel tanto che basta l’ambiente. I precedenti sono ben 37 a Fuorigrotta e a totale favore della squadra azzurra. Il bilancio è di 23 vittorie, 10 pareggi e quattro sconfitte. L’ultima vittoria è datata 6 maggio 2014, nella quale andarono a segno Mertens, Pandev e Dzemaili. Si ricorda inoltre la sontuosa vittoria per 6-3 del 9 marzo 2012. L’ultima vittoria del Cagliari avvenne all’esordio in casa in Serie A nel 2007 per 2-0.

DATO INUSUALE. Che le squadre di Zeman siano tra le più offensive è risaputo e col Cagliari questa idea di gioco si conferma. Sono ben 13,6 tiri a partita quelli della squadra dell’allenatore di ceco, ma la cosa che subito salta all’occhio sono i tiri subiti. Il Cagliari è la quarta squadra del campionato ad aver subito meno tiri finora, con una media di 11,1 a partita, superando di poco Roma e Sampdoria. Il Napoli invece è, dopo la Juve, la squadra che subisce meno tiri (10,5 a partita). La squadra sarda inoltre risulta essere tra le squadre più pericolose della Serie A, dato che il 70% dei tiri avviene dentro l’area di rigore avversaria, l’unica in Italia.

LA SPECIALITA’ DI ZEMAN. Un dato molto importante proviene dal dominio territoriale pari al 64%, posizionandosi al quarto posto dietro Napoli, Juventus e Fiorentina. Il dominio territoriale rappresenta la presenza della squadra nella trequarti avversaria.

LA TIPOLOGIA DI GIOCO. Zeman utilizza un 4-3-3 con i centrocampisti concentrati al centro e i tre attaccanti veloci ( Sau, Cossu e Ibarbo) con due che hanno il compito di attaccanti esterni. Le azioni offensive provengono appunto principalmente dalle fasce e solo il 26% dal centro. Le porzioni di campo laterali sono croce e delizia del Cagliari poichè è anche il punto debole dal punto di vista difensivo, ottima notizia per gli avversari. Altro punto di forza della squadra sarda sono i calci piazzati, disponendo di ottimi tiratori ma anche buoni colpitori di testa (1,9 tiri a partita da calci piazzati diretti o indiretti). Inoltre Zeman predilige il gioco a terra, infatti è la squadra che in Italia effettua meno passaggi lunghi ma per quanto riguarda i passaggi corti è al settimo posto con 340 passaggi a partita, inoltre la percentuale di successo di questi ultimi è dell’84,6%.

I GIOCATORI DI RIFERIMENTO. Con Sau infortunato, bisogna comunque porre l’attenzione sul forte Ibarbo che risulta essere tra i più forti in squadra. I registi della squadra sono sicuramente Conti e Crisetig, con il primo che è il vero fulcro del gioco. Attenzione anche agli inserimenti di Ekdal e ai tiri da fuori area di Conti. Finora si sono ben comportati i terzini del Cagliari, Balzano e Avelar che sono spesso pericolosi. Infine la difesa con Rossettini e Ceppitelli si sta comportando bene, anche se preferisce spesso spazzare la palla invece di giocarla.

Aniello Venditti
RIPRODUZIONE RISERVATA