shinystat spazio napoli calcio news Gli impegni nazionali dispensano sorrisi ma anche grattacapi. Inter e Napoli, chi sta meglio?

Gli impegni nazionali dispensano sorrisi ma anche grattacapi. Inter e Napoli, chi sta meglio?


Pausa terminata. Solo 72 ore e poi sarà Inter – Napoli, una sfida nella sfida. Tra punti pesanti ed ambizioni di classifica, tra un passato da non dimenticare e vecchi rancori da abbattere, al Meazza sarà spettacolo. Per entrambi gli allenatori, Walter Mazzarri da una parte e Rafa Benitez dall’altra, inizierà solo oggi la preparazione al match. Gli impegni internazionali sono terminati ieri e hanno portato fortuna ad alcuni giocatori ma ha creato anche qualche grattacapo che i due tecnici proveranno a sciogliere solo a poche ore dal match. E allora, tra Inter e Napoli, chi è uscito meglio dalla settimana di grande calcio mondiale?

INTER, CHE GRATTACAPI – Walter Mazzarri ha ben poco per cui sorridere dopo aver visto i suoi in giro per il mondo, ritornare con poche gioie e tanti acciacchi. Kovavic è in forte dubbio per un affaticamento muscolare accusato nell’ultimo impegno della sua Croazia, Ranocchia sembra invece aver smaltito i problemi alla coscia destra e dovrebbe completare il terzetto difensivo composto da Vidic e Juan Jesus. Lunghe trasferte senza nessun minuto giocato per Dodò e Nagatomo, gli unici due esterni rimasti a Mazzarri dopo l’indisponibilità di D’Ambrosio e Jonathan. Un punto interrogativo, seppur minuscolo, è presente anche sul nome di Gary Medel, impegnato senza margini di riposo dal suo Cile nei test con Perù e Bolivia. Gli unici sorrisi arrivano da Handanovic, vittorioso e decisivo con la sua Slovenia, e da Guarin che ha disputato il secondo tempo di Colombia – Canada dopo l’infortunio alla caviglia.

NAPOLI, TANTI SORRISI – Le Nazionali hanno restituito a Rafa Benitez un gruppo ancora più in salute e con il morale alle stelle. Le note liete sono di certo Marek Hamsik e Gonzalo Higuain. Lo slovacco ha battuto la Spagna prima e la Bielorussia poi, realizzando una doppietta decisiva nella sfida di Minsk. Il Pipita invece si è sbloccato con una doppietta contro Hong Kong e punta l’Inter per eliminare la voce “zero” dalla classifica marcatori. Bene anche Mertens, in gol contro Andorra e pericolo costante nel pari contro la Bosnia. Zero invece, i minuti giocati da Rafael con la maglia del Brasile, in panchina nei match contro Argentina e Giappone. Benitez però ha anche tante preoccupazioni in vista di domenica. Inler è ritornato dall’esperienza con la Svizzera con qualche problemino fisico da verificare giorno per giorno. Raul Albiol è stato duramente criticato per la prestazione offerta con la sua Spagna in Slovacchia e continua il suo inizio di stagione difficile. Ghoulam e Zuniga, vittoriosi con Algeria e Colombia, torneranno a Castel Volturno solo oggi, a 72 ore dal match che si preannuncia rovente con l’Inter dell’ex Mazzarri.

Sabato Romeo

RIPRODUZIONE RISERVATA