shinystat spazio napoli calcio news APPROFONDIMENTO - Il calendario azzurro analizzato fra le sfide europee e un finale thrilling

APPROFONDIMENTO – Il calendario azzurro analizzato fra le sfide europee e un finale thrilling


Il debutto del Napoli nel prossimo campionato di Serie A sarà al Marassi di Genova, contro i grifoni rossoblu. Così ha parlato il computer che ha stilato i nuovi calendari per il massimo campionato italiano 2014-2015. Un calendario non proibitivo per il Napoli, con pochissime sfide contro le big in pochi giorni e soprattutto con l’alternanza perfetta fra gare in case e sfide in trasferte.

PARTENZA AGILE – Come detto partirà contro i fratelli genoani la rincorsa del Napoli allo Scudetto. Subito dopo la pausa per le nazionali, il Napoli ha un cammino non proprio impossibile con Chievo, Palermo e Torino in casa e Udinese e Sassuolo in trasferta. Il primo cerchietto rosso sul calendario va messo alla 7a giornata, quando il 19 ottobre gli azzurri affronteranno al Meazza di Milano l’Inter dell’ex Walter Mazzarri, tecnico che punta al titolo dopo l’anno di transizione vissuto sulla panchina nerazzurra.

PRIMO ED UNICO CICLO DI FERRO – Le sfide molto sentite con Verona ed Atalanta porteranno al primo e forse unico trittico di passioni per la truppa azzurra. Il 2 novembre c’è la sfida alla Roma al San Paolo, partita da tenere sott’osservazione non solo per l’alto tasso tecnico ma soprattutto per il rischio ordine pubblico e la morte di Ciro Esposito che i tifosi azzurri non perdoneranno facilmente agli ultras giallorossi. Sette giorni dopo il Napoli sarà di scena al Franchi di Firenze in una gara mozzafiato contro una realtà ormai consolidata della Serie A per poi ospitare il Cagliari di Zeman al San Paolo in un match che si prospetta pirotecnico.

FINALE THRILLING – La trasferta di Marassi con la Samp alla 12a giornata e il big match contro il rinnovato Milan di Pippo Inzaghi alla 15a sono le salite più impervie prima di un finale prettamente in discesa (con Empoli, Parma e Cesena traguardi volanti raggiungibili senza problemi). Ma è proprio ad un chilometro dalla fine che si potrebbe decidere tutto. Il Napoli sfiderà la Juventus al San Paolo alla 18a giornata ma un girone dopo, quando solo una partita dividerà le squadre alla fine della stagione, la tappa allo Juventus Stadium programmata per il 24 maggio potrebbe essere la scalata fondamentale nella corsa al titolo. Infine  ci sarà la Lazio al San Paolo, così come quattordici anni fa, quando lo Scudetto venne stampato per l’ultima volta sul petto e nel cuore dei tifosi azzurri.

NESSUNA DIFFICOLTA’ IN VISTA DELL’EUROPA – Ma non solo la corsa allo Scudetto. In vista del cammino in Europa (Champions o Europa League che sia), Benitez ha tutti i motivi per sorridere. E magari tranquillizzare anche De Laurentiis che, per il calendario impossibile vista l’alternanza fra campionato e Champions, tre anni fa lasciò tutti di stucco scappando in motorino. A parte l’impegno europeo posto fra la sfida alla Roma e quella alla Fiorentina, per il resto niente è impossibile. Il Napoli dovrebbe affrontare prima dei match continentali squadre come Chievo, Sassuolo, Inter, Cagliari ed Empoli, mentre dopo le fatiche europee club come Udinese, Torino, Verona, Samp e Milan. Anche il computer ha fatto il suo, ora tocca al Napoli realizzare i suoi sogni in realtà.

Sabato Romeo

RIPRODUZIONE RISERVATA