shinystat spazio napoli calcio news Al Napoli manca il secondo fuoriclasse, Hamsik dove sei?

Al Napoli manca il secondo fuoriclasse, Hamsik dove sei?


Due fuoriclasse? Ad inizio stagione tutti quanti erano concordi che la squadra di Benitez si basasse sulla presenza di due fuoriclasse: il neo arrivato Gonzalo Higuain ed il neo capitano, autore di tante battaglie, Marek Hamsik. Sempre a settembre, le prime prestazioni del nuovo Napoli, facevano ben sperare perchè il modulo adottato dal tecnico spagnolo esaltava al massimo le potenzialità dello slovacco. Il vero punto cruciale della stagione azzurra è  stato il calo di rendimento di Marekiaro.

La mancanza. L’infortunio arrivato verso la fine dell’anno solare ha compromesso la sua annata, visto che non c’è mai stato un vero e proprio recupero. Quello che sta calcando i campi ora, è una brutta copia del giocatore che Benitez paragonava più volte a Gerrard come attitudine e brillantezza nelle idee. Non solo sta mancando la condizione fisica, ma scarseggia anche la visione di gioco. I passaggi orizzontali – visti anche questa sera – sono frutto dell’assenza di un regista, ruolo che era stato costruito “ad hoc” proprio per Hamsik.

Nuova bocciatura. Nella partita contro il Livorno, era lecito aspettarsi qualcosa di più, considerando anche l’assenza di Higuain, vero protagonista di questa stagione partenopea. E’ arrivata, invece, una nuova bocciatura, frutto di una prestazione scialba e mediocre. Hamsik è sempre stato fuori dalla cabina di regia e ha supportato poco e male quei rari inserimenti senza palla che si sono visti. Il Napoli ha bisogno di un gioco veloce e verticale, nel momento in cui si inizia a palleggiare passivamente, diminuiscono drasticamente le possibilità di far male gli avversari

Altre soluzioni. Le verticalizzazioni sono il vero miraggio nelle partite della squadra azzurra in questo ultimo periodo. Proprio su questo snodo si costruiranno i prossimi mesi. Il recupero di Marek deve essere la priorità in un momento cruciale della stagione. Il trequartista non può continuare a restare in questa sorta di “limbo” calcistico. O le sue prestazioni tornano ad alzarsi di livello, oppure è meglio provare altre soluzioni, magari anche senza di lui…