shinystat spazio napoli calcio news Napoli cinico e vincente, per confermarsi in vetta priorità ai risultati

Napoli cinico e vincente, per confermarsi in vetta priorità ai risultati


napoli_chievo_hamsik_golNonostante sia ancora molto presto per parlarne, gli obiettivi stagionali del Napoli sono ben chiari: mantenere un ritmo costante in campionato per provare a consolidare la vetta, ben figurando anche in Champions ed in Coppa Italia. Non lasciare nulla al caso insomma, focalizzandosi ad ottenere il massimo in ogni competizione, con un occhio particolare alla tanto agognata vittoria in campionato, risultato che manca da troppi anni nella bacheca del club sotto l’ombra del Vesuvio. L’impresa non è semplice, la concorrenza è agguerrita e sono tante le squadre che al momento hanno tutte le carte in regola per piazzarsi ai primi posti della graduatoria ma Higuain e compagni hanno sicuramente una marcia in più rispetto alle altre, trascinati da una piazza calda e coinvolgente che fa la differenza nei big match tra le mura amiche.

I nuovi innesti poi, hanno portato qualità e motivazioni in una rosa già ottima, sopperendo al meglio agli addii di lusso avvenuti in estate quali tra tutti quelli di Campagnaro, Cavani e De Sanctis, mantenendo nello spogliatoio un’armonia ed un indiscusso amalgama. Infine, ciliegina sulla torta, l’avvento di un leader come Rafa Benitez che, con la sua esperienza in campo internazionale ha rivoluzionato moduli e atteggiamenti, effettuando finalmente il salto di qualità definitivo. L’aspetto che ha più impressionato tifosi ed addetti ai lavori nelle ultime uscite del Napoli, è stata proprio la maturità della squadra, che sa vincere sia giocando bene che soffrendo, qualità che negli anni scorsi è spesso mancata. Gara perfetta quella di Champions contro il Borussia, con più rischi e  sbavature quella di domenica sera contro il Milan. Il risultato finale infatti, è stato lo stesso: 2-1 a favore degli azzurri e tre punti d’oro portati a casa, con la consapevolezza che a questa squadra niente è precluso.

E’ cosa risaputa che una grande squadra si riconosce anche dalla reazione che ha nei momenti di difficoltà in campo, dalle qualità e dalle risorse che palesa per superare ogni evenienza, stringendo i denti e remando nella stessa direzione: si rimane uniti fino alla fine, non lasciando nulla al caso e meditando bene ogni movimento, ripiegando in difesa all’occorrenza, aiutando nella manovra e macinando chilometri in campo. E’ sicuramente soddisfacente vedere la propria squadra vincere giocando bene, ma per un club che vuole mantenere la vetta fino alla fine del campionato, la priorità è ottenere risultati sempre positivi. Alla fine la spunta chi avrà collezionato più vittorie, sfruttando al meglio i passi falsi delle avversarie, qualora ne commettano. Il livello delle antagoniste è molto alto ed è più importante l’acquisizione dell’intera posta in palio piuttosto che palesare sempre un calcio-spettacolo, cosa che spesso è davvero difficile con le squadre di bassa e media classifica che contro le big giocano per conquistare anche solo un punto, chiudendosi tutte in difesa. Al di là del risultato, è vero, ma non sempre: per confermarsi i migliori bisogna saper vincere sia giocando gare perfette che soffrendo di più e ben lo sa il Napoli che sta dimostrando di essere in grande forma sia fisica che psicologica.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA