shinystat spazio napoli calcio news Napoli De Laurentiis: "A Verona gara ostica, mercato ancora aperto"

Aurelio De Laurentiis: “A Verona gara difficile, il futuro di Zuniga è nelle sue mani. Mercato? Stiamo pensando ad un difensore”


aurelio_de_laurentiisIl presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è intervenuto a sorpresa sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli per parlare dei temi più attuali della sua squadra. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli: Il Napoli è partito alla grande in campionato, disputando un’ottima gara contro il Bologna. Nonostante ciò però dobbiamo rimanere con i piedi per terra e mantenere la guardia alta, senza distrazioni poiché le altre big sono sempre pronte a sfruttare i passi falsi delle avversarie. A Verona secondo me sarà una gara di attesa e pazienza, saranno novanta minuti difficili e delicati ma sono sicuro che Benitez interpreterà al meglio il match schierando il miglior undici. Chiedo ai miei ragazzi tranquillità, senza atteggiamenti che gratificano quanto fatto al San Paolo ma che possano farci arrivare nel tempo davvero lontano. Ogni partita è una finale e non bisogna sbagliare nulla. Sappiamo poi quanto Verona ci sia da tempo ostile, sia sponda Hellas che Chievo ma puntiamo sulle nostre forze e daremo come sempre il massimo. Higuain sta già molto meglio, sono incidenti che capitano purtroppo, non l’ho ancora visto ma sto aspettando di valutare l’entità della ferita per chiedere risarcimento a Capri ed alla Regione. Non è possibile che dei medici non sappiano neanche mettere dei punti, chiederò almeno 100 milioni di euro di danni alle istituzioni che poi girerò in beneficenza. Il mercato? Ci stiamo guardando ancora intorno come sempre, per noi la finestra degli acquisti e delle cessioni non termina mai. Con Bigon stiamo pensando all’acquisto di un altro difensore  ma abbiamo ancora tempo per valutare tante cose, nel caso contrario opereremo a gennaio se ce ne fosse bisogno. Sono molto felice per il rinnovo di Lorenzo Insigne, per noi è una bandiera, simbolo della napoletanità nella nostra squadra. Non vogliamo fermarci al 2018 con lui ma rinnoveremo di anno in anno, merita il meglio. Zuniga? Gli ho proposto un rinnovo stellare, con il 40% in più di ciò che gli ha offerto la Juventus. Ci sta pensando ma non so sinceramente quanto stia influendo in queste tempistiche la presenza del suo procuratore Calleri e quanto ci sia di suo. Credo solo che un giocatore che si lascia trasportare dall’emotività saltando al San Paolo al coro “chi non salta juventino è” poi non può tornare indietro chiedendo nel caso la cessione proprio ai bianconeri. Vedremo cosa succederà, noi abbiamo fatto la nostra proposta, ora spetta solo a lui decidere se rimanere al Napoli o cambiare aria”.