shinystat spazio napoli calcio news Eto'o al Napoli? La Gazzetta dello Sport ci dice perchè non è possibile...

Eto’o al Napoli? La Gazzetta dello Sport ci dice perchè non è possibile…


Eto'oDue anni dopo l’addio all’Inter Samuel Eto’o è in cerca di un posto. L’Anzhi sbaracca all’improvviso, il calciatore più pagato al mondo con 20 milioni di euro ritorna uomo mercato. Suo malgrado. E’ la copertina di una storia incredibile, come l’ascesa del club del Daghestan che ha sognato di scalare l’Europa con investimenti da centinaia di milioni. Il magnate russo Sulyman Kerimov s’è stancato di spendere e ha l’altra sera annunciato una drastica riduzione del budget e ha richiamato Gadzhiev dopo un inizio di stagione da penultimo posto. Ma già i primi scricchiolii erano emersi con le dimissioni di Hiddink, regista dela fase d’oro. In Russia dicono che Kerimov ha ingenti problemi economici e può essere questa la vera motivazione del disimpegno.

Gli addii Ma questa è l’ora della diaspora. La stampa russa assicura che Igor Denisov, Yuri Zhirkov e Aleksandr Kokorin sono stati presi dalla Dinamo Mosca e non a caso ieri i tre nazionali hanno espresso il loro disagio per questa situazione. Ma sono in partenza anche il talentuoso ivoriano Lacina Traorè e soprattutto il brasiliano Willian. La sua vicenda ha del clamoroso, visto che l’Anzhi l’ha appena strappato ad una forte concorrenza, pagandolo 35 milioni allo Shakthar Donetsk. Ed è facile prevedere che per lui si accenda una nuova sfida tra i ricchi club della Premier League.

Futuro Samuel E’ chiaro, però, che le maggiori attenzioni sono proprio per il destino dell’attaccanta camerunese che ha lasciato l’Inter nel 2011 dopo il pagamento di 21 milioni al club di Massimo Moratti. Proprio in quei frangenti Eto’o ottenne un incentivo rilevante. Ricordiamo che in nerazzurro Samuel aveva uno stipendio da 12 milioni di euro netti. Così per invogliarlo al trasferimento in Russia Kerimov mise sul piatto un contratto tanto ricco quanto elaborato.

Ingaggio super La media dei 20 milioni, infatti, è riferita soprattutto alla prima stagione, quando il nazionale camerunese ha avuto un bonus d’ingresso da 10 milioni netti. Poi, considerando i bonus è rimasto a livelli molto alti. Nel frattempo, però, il suo stipendio netto è sceso a 10 milioni netti. Ed è vincolato all’Anzhi per un’altra stagione.

I costi Così chi vuole adesso Eto’o può mettere nel conto dei costi molto più contenuti rispetto al recente passato. A 32 anni Samuel ha ancora voglia di dire la sua. Ma dove? Il primo pensiero corre all’Inter. Anche perché Eto’o non ha mai nascosto l’idea di privilegiare i colori nerazzurri nel caso di un ritorno in Italia. Ma il suo vecchio club ormai ha preso una strada all’insegna dei giovani. Potrebbe esseci il Napoli, ma alla guida dei campani c’è quel Rafa Benitez con cui il camerunese ebbe pessimi rapporti nella stagione del dopo Triplete. A breve Eto’o farà un vertice con i suoi agenti per capire quale strada battere. Ma anche per lui la strada più semplice è quella inglese. Lì ci sono i soldi per permettersi un top player come lui. Perché il suo stipendio, resta importante, anche se l’Anzhi lo libera a costo zero.

Fonte: La Gazzetta dello Sport