shinystat spazio napoli calcio news Chàvez e Fideleff: compagni di tribuna

Chàvez e Fideleff: compagni di tribuna


fideleffChàvez e Fideleff/ Una terra lontana, calda, ci ha regalato veri e propri talenti, pezzi più unici che rari, ma non solo. L’Argentina ci ha fatto conoscere Maradona e Lavezzi, però nella confezione c’era anche qualcun altro. Non tutti gli arrivati dalla terra sudamericana sono stati pietre preziose, che il mondo ci inviadiava, per quella luce che sono i diamanti hanno. Già, perchè in quella parte di mondo in cui ti salutano con “hola tìo”, doveva esserci anche qualche pietra di bronzo, non tutti rubini e cimeli.

Due meteore: Chàvez e Fideleff, per intenderci e capire il discorso. Chàvez e Fideleff: due argentini, ma la provenienza non è una garanzia. Chàvez, attaccante, arriva al Napoli nell’agosto 2011 e esordisce ad ottobre 2011 in serie A, subentrando a Lavezzi. Ma per l’attaccante argentino ci sono state solo due misere presenze. Sempre nell’estate 2011 viene ufficializzato l’ingaggio di Fideleff da parte del Napoli, e il difensore colleziona quattro presenze.

Forse il Patron De Laurentiis pensava di rinforzare la squadra, ma così non è stato; la loro luce si è spenta subito. Perchè questi oggetti misteriosi sono stati acquistati? E’ successo come a volte si fa con i vestiti, ci sono quelli che portiamo a casa e poi non indossiamo mai e non ci spieghiamo il motivo per cui li abbiamo scelti. Già, perchè non c’è molto da dire. In questo caso possiamo parlare di flop di mercato, di calciatori ovviamente deludenti che hanno fatto sorridere le tifoserie avversarie. Fideleff e Chàvez sono stati compagni di tribuna che non hanno mai convinto gli azzurri. I due non si sono adattati alla frenesia del calcio italiano.

Ma allora la colpa di chi è? L’apparenza spesso inganna, mettiamola così. Forse non dobbiamo sottovalutare i talenti che ci sono nella nostra terra. Perchè non è vero che il talento sta altrove, non in questo caso…

MARIA REA

Riproduzione riservata