shinystat spazio napoli calcio news Intervista Bianchi Bigon - I due scudettati approvano l'arrivo di Rafa

Bianchi-Bigon, i due scudettati confermano: “Benitez può completare il lavoro di Mazzarri”


bianchiIntervista Bianchi Bigon – Il primo non si scorda mai. Sessant’anni di attesa. Poi il trionfo. Napoli Campione d‘ltalia. La formazione una dolce cantilena, da Garella a Maradona. Anzi, fino a loro. Perché finiva con Ottavio Bianchi. L’allenatore campione. Che dà il benvenuto a Benitez.

Non conoscendolo di persona, sono cauto. Non so se è l’’uomo giusto: Napoli é una città particolare, unica, e anche la Serie A é diversa. Benitez ha però certamente  personalità; è uno che ha allenato e vinto in paesi culturalmente e calcisticamente differenti. Ha un bagaglio di esperienze importanti. I requisiti per far bene ci sono tutti. Ma per vincere subentrano anche altri fattori, il mercato per esempio. Le partite le vincono i giocatori. Io non ho mai avuto un presidente che mi ha fatto fare la squadra. Spero ci riesca Benitez. Io però mi fido di De Laurentiis“.

Albertino-Bigon-300x215Di padre in figlio. Perché la vittoria è anche una questione di famiglia. Bigon padre vinse. Suo, il secondo scudetto. Secondo e ultimo, e indimenticabile. Riccardo, il ds, ci riprova quest’anno. Con De Laurentiis ha puntato sul miglior allenatore possibile. Su un potenziale erede di papà. Rafa Benitez è una scelta condivisa. Da tutti. Un plebiscito di consensi. Anche Albertino Bigon è d’accordo. 

E’ un top manager. Chi c‘è meglio di lui in Europa, ne vedo davvero pochi. Forse solo Mourinho e Heynckes. E Pellegrini. Benitez ha vinto ovunque e tutto. Ha carisma e personalità. Sa imporsi, sa come stare in uno spogliatoio. Non è di quelli che devono urlare. Raccoglie un’eredità pesante. Mazzarri ha fatto un gran lavoro, Benitez può finirlo e vincere lo scudetto come feci io

FONTE: Corriere dello Sport