Home » News Calcio Napoli » Prima della gara tifosi azzurri linciati dagli ultrà milanisti

Prima della gara tifosi azzurri linciati dagli ultrà milanisti

TifosiCi sono stati attimi di tensione prima della partita al Meazza, quando, davanti allo stadio, c’è stato un agguato di ultrà milanisti ai pullman di tifosi azzurri. L’episodio è accaduto tra le 18 e le 18.30. Lancio di sassi e altri oggetti davanti all’ingresso numero 10 dell’impianto, necessario l’intervento della polizia con il lancio di lacrimogeni per disperdere i violenti. Alcuni automezzi sono stati danneggiati nel settore dedicato all’ex presidente dell’Inter, Angelo Moratti. I tifosi hanno potuto raggiungere il settore ospiti, scortati dalle forze dell’ordine. In corso accertamenti da parte della Questura, che potrebbe emettere Daspo.

LEGGI ANCHE:   L'obiettivo del Napoli si allena da separato in casa: vuole solo gli azzurri!

Sugli spalti almeno settemila napoletani in arrivo da tutte le città di Italia e anche dalla Svizzera. Tornato direttamente dal viaggio in Asia ieri sera De Laurentiis era in tribuna al Meazza. Milan – Napoli, uno degli appuntamenti da sempre più attesi, una partita per l’alta classifica, un match che fa rivivere da sempre le sfide magiche ai tempi di Maradona. Un classico, una sfida dalle grandi tradizioni. “Forza ragazzi! Tutta Napoli, tutti i veri napoletani e i nostri tifosi sono con voi. Guardate negli occhi il diavolo senza paura”, il tweet lanciato dal patron nell’immediata vigilia del match.

LEGGI ANCHE:   VIDEO - Furia Berardi dopo Modena-Sassuolo: rissa sfiorata con il tifoso!

De Laurentiis aveva già lanciato un tweet domenica scorsa subito dopo il successo per 2-0 sul Genoa al San Paolo. “A Milano voglio vedere un Napoli a petto in fuori”. Una sfida molto attesa per il patron, che l’ha seguita in tribuna d’onore seduto accanto alla moglie Jacqueline e al figlio Edoardo, vicepresidente della società. Al gol di Pandev il presidente ha saltellato sulla poltroncina mentre i tifosi del Napoli cantavano “Chi non salta rossonero è”.

Fonte: Il Mattino