Home » Interviste » Simone Inzaghi: "Pandev? Conoscendolo, mi aspetto da lui un finale di stagione strepitoso"

Simone Inzaghi: “Pandev? Conoscendolo, mi aspetto da lui un finale di stagione strepitoso”

Simone-Inzaghi-Simone Inzaghi, ex compagno di squadra di Goran Pandev ai tempi della Lazio, è stato intervistato da “Il Mattino”:

“Diciamo che il gol di Goran è stata una liberazione per tutti, domenica ho esultato con lui” chi conosce bene Pandev è Simone Inzaghi, un lungo passato al fianco del macedone ai tempi della Lazio. Ora fa l’allenatore nelle giovanili biancocelesti. “Un attaccante vive per il gol, forse per questo passiamo spesso per egoisti. Sapevo del digiuno di Goran e non è stato difficile immaginare cosa stesse provando perchè quelle sensazioni le ho vissute anche io tantissime volte”.

Pandev dopo l’inizio promettente ha deluso le aspettative. 

“E’ chiaro che da un giocatore di grande classe come Goran ci si aspetta sempre qualcosa in più: probabilmente in certi momenti, bisogna essere obiettivi, è mancato. Ha notevole esperienza eppure qualcosa deve essersi inceppato, forse il fatto di sentirsi in discussione è coinciso con il periodo di flessione della squadra”.

Il ritorno al gol può averlo sbloccato del tutto? 

“Credo di sì, anche perchè siamo a fine stagione e il Napoli sta lottando per un obiettivo molto importante. La conquista del secondo posto non è cosa di poco conto, se conosco bene Goran mi aspetto da lui un finale di campionato strepitoso”.

La concorrenza di Insigne può avergli fatto perdere serenità e fiducia? 

“Questo non lo so con certezza, i dualismi possono far bene o creare scompensi. A tutti farebbe piacere giocare sempre ma nella stagione ci possono stare momenti in cui deve prevalere il principio dell’alternanza”.

Il secondo posto è un affare tra Napoli e Milan? 

“Sembrerebbe proprio di sì. Per come è andato il campionato finora, sarebbe un peccato per gli azzurri lasciarsi sfuggire questo traguardo che gli appartiene quasi di diritto visto che il Napoli ha sempre occupato le posizioni di vertice. Credo che difficilmente altre formazioni riusciranno a insidiare la seconda piazza. Chi è favorito ? Oltre ai due punti di vantaggio, il Napoli ha dalla sua parte la consapevolezza di aver superato la fase critica della stagione. Le squadre di Mazzarri volano sempre con l’arrivo della primavera e se Cavani e Pandev continuano a salire di rendimento, la vedo dura per gli altri'”.