shinystat spazio napoli calcio news De Sanctis: "Il mio software penserà solo da mezzanotte alla sfida con la Juventus"

De Sanctis: “Il mio software penserà solo da mezzanotte alla sfida con la Juventus”


Morgan De Sanctis portiere del Napoli e della nazionale è stato uno dei protagonisti della vittoria dell’ Italia contro la Danimarca ieri sera.
La prova offerta da De Sanctis, causata dall’assenza di Buffon, è stata perfetta con ottimi interventi che hanno tenuto al sicuro il risultato.
De Sanctis nel post partite è uno degli intervistati dagli inviati di Rai Sport a San Siro ripercorrendo l’iter che l’ha portato ad essere titolare contro i danesi: “Ho saputo di giocare in mattinata dall’allenatore dei portieri e poi dal ct Prandelli. Non è stata una scelta improvvisa e ho avuto la possibilità di prepararmi fisicamente e mentalmente”.

Il portiere partenopeo proseguo poi con la linea sposata già nei giorni precedenti sull’importanza della maglia della nazionale, da non prendere in considerazione solo nelle fasi finali di europei e mondiali, rassicurando sulla presunta malizia di Buffon e stemperando le polemiche su Juventus – Napoli:  “Come ha fatto a restar tranquillo dopo le discussioni della vigilia? Mi sono confrontato con la stampa e nonostante i giornalisti raccolgano l’umore della gente, non credo ci sia malizia nella scelta di Buffon. Sono appuntamenti importanti quelli della Nazionale, se si vuole riempire una piazza a giugno per la coppa, si deve partire da questi match, bisogna battere l’Armenia e poi la Danimarca. Pensiamo troppo al campionato, la maglia azzurra in realtà è un privilegio”.

De Sanctis ribadisce l’importanza dell’Italia e la massima concentrazione dedicatagli in questi dieci giorni e su Juventus – Napoli dichiara che per lui comincerà solo da oggi: “Le polemiche di questi giorni sono state tante dimenticando che per l’Italia era una gara molto importante. Non bisogna pensare solo alle squadre di club, ci vorrebbe maggiore attenzione per la Nazionale. È un onore far parte di questo gruppo. Ho impostato la mia mente a concentrarsi sull’Italia, il mio software – dice scherzando – penserà solo da mezzanotte alla sfida con la Juventus.

Infine una battuta sul centravanti della Danimarca e della Juventus, seppur mai schierato in campo da Conte sino ad ora, Bendtner: “La prova di Bendtner? Non è facile con la nostra difesa”.