shinystat spazio napoli calcio news Chiellini mette in risalto Juventus - Napoli:"E' big match del calcio italiano"

Chiellini mette in risalto Juventus – Napoli:”E’ big match del calcio italiano”


Dal ritiro della nazionale parla Giorgio Chiellini. Il difensore della  Juventus risponde subito alle critiche sugli allenamenti differenziati effettuati dai giocatori bianconeri presenti a Coverciano, a detta di molti preservati per fare un favore alla vecchia signora: “Guardate che non esiste. Lo staff qui ha sempre concesso preparazioni mirate, in accordo con tutte le squadre. Ogni preparatore ha il suo modo di lavorare. E’ stato così con Del Neri, Conte, Zaccheroni: ognuno ha il suo metodo. Ora è venuto fuori questo discorso col caso Pirlo ma è sempre stato fatto così. Qui non c’è il tempo di allenare ma di gestire la situazione. C’è sempre stata massima disponibilità con lo staff di Prandelli. Anche in passato si sono svolti lavori specifici richiesti dai club, non enfatizzati. C’è un team all’avanguardia qui e nella Juve: normale che si confrontino per far rendere al massimo un giocatore”.

Il centrale bianconero smentisce che la questione allenamenti sia dettata dal fatto che al rientro ci sarà Juventus – Napoli, scontro al vertice in campionato. Anzi mette in risalto la sfida ponendola come il big match attuale del calcio italiano, mostrando grande rispetto nei confronti degli avversari: Col fascino di una grande sfida al vertice. Noi rispettiamo il Napoli: è una grande realtà, una grande squadra, con grandi giocatori e un grande allenatore. E’ come Juve-Milan e Juve Inter: Juve- Napoli è big match del calcio italiano. Che comunque non deciderà il campionato, né in un senso né in un altro”.

Chiellin
i dichiara che lui, come tutta la Juventus, non pensa al dato dell’imbattibilità proprio per vivere al meglio ogni impegno, perchè alla fine i trofei restano e record passano: Noi non ci pensiamo ma ci concentriamo partita dopo partita. Quando si gioca il campionato non consideri che dopo c’è la Champions, altrimenti rischi di fare male tutte e due. Conta vincere alla fine, non questo record”.

Anche Chiellini, inoltre, è convinto che la Champions possa influire sul rendimento in campionato, lo scorso anno vinto senza dover sostenere impegni europei, ed è convinto che a livello internazionale si debba dare sempre il massimo per poter portare a casa il risultato: “Non so, non direi che è un peso, ma è normale che condizioni un po’, sia sul piano fisico che mentale. Le avversarie sono forti. Faticheremo anche nelle prossime partite. I danesi potevano pareggiare col Chelsea. Le partite le indirizzi se giochi sopra la media. In Europa, sia in Nazionale che in Champions, se giochi sotto tono non vinci. In Italia magari sì”.